Leonardo Perez Mbappè
(Foto: Matthias Hangst/Getty Images)

“Sono due anni che il Real Madrid parla pubblicamente di Kylian Mbappè, e questo per me è da sanzionare perché è una mancanza di rispetto”: lo ha detto il dg del Psg, Leonardo, ospite del Festival dello Sport di Trento.

“Sono due anni che parlano pubblicamente di lui, come se fosse normale. Abbiamo informato più volte il Real Madrid della nostra insoddisfazione. Noi vogliamo che Mbappè resti con noi, è perfetto per il Psg”, ha aggiunto.

“Mbappè è un gioiello, ti viene voglia di prenderlo in braccio, non possiamo pensare di stare senza di lui. Se funzionano lui, Neymar e Messi diventa una cosa unica al mondo. Siamo nel gruppo di squadre che può vincere la Champions. Abbiamo preso giocatori che hanno un impatto importante, ma molti li abbiamo presi a zero. Non possiamo dire di non voler vincere la Coppa, se succedesse a Parigi sarebbe qualcosa di unico”.

Leonardo ha fatto l’esempio della trattativa del club francese con Gianluigi Donnnarumma: “Non lo abbiamo mai contattato prima di giugno, quando aveva già deciso che non sarebbe rimasto al Milan”, ha assicurato Leonardo.

“Con Messi avevamo già gettato le basi per creare un rapporto prima che lasciasse il Barcellona. Ha un silenzio impattante, è entrato da noi come se fosse l’ultimo dello spogliatoio”, ha proseguito.

“Se ci fosse una macchina che misura la passione, si capirebbe che cosa c’è dietro al Psg. Nasser Al-Kelahifi non mette solo i soldi, la differenza la fa la velocità nel prendere le decisioni. Ha accettato la presidenza dell’Eca che non porta nessun beneficio al Psg ma gli consente di dare un contributo importante, nel momento in cui il calcio sta cercando strade nuove per proiettarsi nel futuro e uscire dalla crisi post-Covid. Le critiche di Tebas? Non capisco perché parli di noi, è il presidente della lega spagnola, non c’entra nulla col Psg”.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI