Commisso penalizzazioni club
(Foto: Alessandro Sabattini/Getty Images, via Onefootball)

«È stato un mese e mezzo bellissimo, spero possa continuare così anche dopo partita di domenica». Così ha parlato il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, in vista della sfida con il Napoli, l’ultima prima del suo ritorno negli Stai Uniti.

Proprio in vista del match con i partenopei, il patron viola ha detto: «Intanto dico ai nostri tifosi di fare i bravi domenica, perché per essere rispettati dobbiamo rispettare tutti. Voglio un clima bello allo stadio, non voglio sentire cori come quelli che abbiamo sentito a Bergamo contro l’Atalanta».

Dopo i complimenti a Vincenzo Italiano per l’avvio di stagione, Commisso ha fatto il punto sugli obiettivi stagionali: «Resta quello di arrivare nella parte sinistra della classifica. Fino ad oggi siamo andati oltre le aspettative, vedremo il domani, se continuiamo così i nostri tifosi saranno contenti».

Infine, una battuta sul tema finanziario: «La pandemia ha colpito tutti, poi ogni società ha avuto i propri problemi. Da parte nostra continuo a promettere che qui in bancarotta non andremo mai e quando avremo bisogno di soldi li porteremo per andare avanti».

Va ricordato, infatti, che la Fiorentina è una delle società che incassa di più dallo sponsor di maglia, dato che Mediacom – azienda della quale Commisso è proprietario – versa 25 milioni a stagione per la partnership, la seconda di maggior valore in Serie A dietro Juventus-Jeep.

E a proposito della gestione finanziaria delle società, Commisso ha aggiunto: «Questo non è stato fatto da tutti, i controlli su alcuni parametri come ad esempio gli indici di liquidità non hanno funzionato e al termine dello scorso campionato molte società non erano in linea. Questo non è giusto».

«Il calcio viene falsato in due modi. O con gli arbitraggi, ma questo non accade ed il Var corregge gli errori. O con gli aspetti finanziari. Ci sono società senza debiti che poi perdono in campo e vanno in Serie B, come il Parma. E altre che non stanno dentro le regole, ma non succede niente e questo non credo sia giusto. Ci devono essere delle penalizzazioni e le cose devono cambiare. Le leggi devono essere sopra tutti ed uguali per tutti», ha concluso.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI