Ryan e Alan Friedkin (copyright: Antonello Sammarco Image/via Onefootball)

Non trova pace la vicenda del nuovo stadio per l’AS Roma. Come riporta l’edizione romana del Corriere dello Sport, emergono i primi ostacoli anche per quanto riguarda l’area degli ex Mercati Generali, nel quartiere Ostiense, individuata nei mesi scorsi come possibile location del nuovo impianto.

La zona è in concessione della Lamaro Appalti, che avrebbe dovuto cominciare i lavori voluti da Walter Veltroni per costruirvi la “La Città dei Giovani”. Tuttavia, la Lamaro non ha mai aperto il cantiere (senza comunque rinunciarvi definitivamente), e il Comune sembra invece intenzionato a rivedere il progetto e a concedere l’area ai giallorossi.

La possibile concessione presenta comunque un primo intoppo. L’ostacolo riguarda un vincolo storico-artistico legato agli edifici dell’allora mercato ortofrutticolo e ittico, che per la costruzione dello stadio costituirebbero un problema non di poco conto, mentre non lo sarebbero per il cantiere della Lamaro. La sindaca Raggi considera possibile il dialogo per trovare una soluzione, ma servirà ancora diverso tempo.

In ogni caso, la legge Nardella sugli stadi aiuta, mentre le imminenti elezioni comunicali no. Lo stadio all’Ostiense rimane una suggestione, che sarà eventualmente approfondita dopo le lezioni: tutti e quattro i candidati promettono massima attenzione al tema dello stadio, ma sarà importante capire se la questione sarà affrontata nei primi sei mesi del mandato.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi