(copyright: via Onefootball)

Non solo il Mondiale ogni due anni: per far fronte alla crisi in cui versa il pallone, la FIFA sta progettando una rivoluzione dell’intero calendario calcistico internazionale. Come riporta Marca, una delle riforme oggetto di discussione è quella di raggruppare tutte le partite delle Nazionali all’interno del mese di ottobre.

La proposta è stata portata avanti da Arsene Wenger, direttore dello sviluppo del calcio mondiale. “L’attuale calendario non è sostenibile. A settembre c’è già una prima pausa, a ottobre la seconda, a novembre la terza e a marzo la quarta finestra. A giugno l’ultima finestra e a luglio inizia la nuova stagione. Tutto questo è troppo” ha dichiarato l’ex Gunner.

“Si tratta di raggruppare le fasi di qualificazione alle competizioni internazionali per evitare viaggi e spostamenti continui. Agosto e settembre sarebbero per il calcio di club e ottobre per i turni di qualificazione. Da novembre fino alla fine della stagione di nuovo per il calcio di club”.

“Tutto deve essere riorganizzato. I benefici sarebbero per tutti, a cominciare dai club. Non ci sarebbero interruzioni”, ha concluso Wenger. Tutto questo verrà discusso a Doha, in un summit con altri ex calciatori e allenatori, nel quale si affronterà in maniera più approfondita anche il tema dei Mondiali ogni due anni.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi

1 COMMENTO

  1. […] Знаменитый в прошлом тренер, а ныне неутомимый реформатор Арсен Венгер предложил разбить мировой футбольный календарь на зоны для клубных турниров и для турниров сборных — сообщает Calcio e Finanza. […]