Gravina stipendio
Gabriele Gravina, (Photo Cesare Purini / Insidefoto)

“Noi dobbiamo patrimonializzare” le società di calcio, “e non dobbiamo rincorrere forme di indebitamento costante”. Lo ha affermato Gabriele Gravina, presidente della Figc, che oggi ha visitato il cantiere del nuovo centro sportivo della Fiorentina, il ‘Viola Park’.

“Sono ormai anni, tre anni dal mio insediamento – ha proseguito -, che invito in maniera sempre più decisa e incisiva il calcio italiano a valutare con grande attenzione i due asset fondamentali per lo sviluppo, la rivoluzione e la rinascita: mi riferisco ai settori giovanili e alle infrastrutture”.

“Il Viola Park è un investimento della Fiorentina per tutto il calcio italiano. Sono ormai tre anni che ricordo al calcio italiano quali siano i due asset fondamentali per la crescita: settori giovanili ed infrastrutture. Noi dobbiamo patrimonializzare, non indebitarci. Questo è un modello che inorgoglisce la Fiorentina, Firenze e il calcio italiano”, ha proseguito.

“Il progetto- continua Gravina– credo diventerà il modello italiano di riferimento: è molto bello vedere giocatori (uomini e donne) di tutte le età vivere sotto lo stesso segno, la passione per il calcio. Da parte mia c’è considerazione, rispetto e supporto a iniziative di questo tipo. Rocco Commisso ha portato una ventata di novità importanti per il calcio italiano. La vittoria ad Euro 2020 ci inorgoglisce, ma non deve farci dimenticare i problemi del nostro movimento. Se continuiamo così il calcio italiano può essere di nuovo un punto di riferimento”.

TUTTA LA SERIE A TIM È SOLO SU DAZN: 7 PARTITE IN ESCLUSIVA E 3 IN CO-ESCLUSIVA A GIORNATA. 29,99 EURO/MESE. ATTIVA ORA. DISDICI QUANDO VUOI