I migliori acquisti del PSG nell'estate 2021 (copyright: FEP Panoramic/via Onefootball)

Si è appena concluso una delle finestre di mercato più discusse degli ultimi anni: un calciomercato dominato dal Paris Saint-Germain e dai suoi colpi a parametro zero, che ha visto protagonisti Chelsea, Manchester United, e alla fine ha vissuto il tentativo multimilionario del Real per Mbappé.

Tuttavia, come riporta il Financial Times, in questa estate le spese delle squadre europee sono nel complesso crollate rispetto alle stagioni precedenti. Tale riduzione si spiega con i due anni di perdite causati dal covid-19, che hanno reso molto difficile il lavoro dei dirigenti dei top club europei. Secondo Deloitte, la spesa totali della finestra appena conclusa nei primi cinque campionati del continente è stata di circa 3 miliardi di euro.

Si tratta di 250 milioni di euro in meno rispetto allo stesso periodo 2020, e quasi la metà di quanto speso nel complesso nell’anno record 2019 (circa 5,5 miliardi di euro). Bisogna comunque sottolineare che a essere diminuite drasticamente sono le spese per i cartellini, fattore che ha permesso il consolidarsi di altre operazioni, come i prestiti di giocatori di altro profilo (per esempio quello di Saul dall’Atletico al Chelsea) o i trasferimenti a parametro zero (Messi, appunto).

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. 29,99 euro/mese. Attiva Ora. Disdici quando vuoi