Stipendio Messi dimezzato
Lionel Messi (foto Ruben Albarran /PRESSINPHOTO/via Onefootball)

Dopo i problemi che hanno portato un allontanamento di Messi dal Barcellona, finalmente sembra essere arrivato un accordo tra le parti. Dopo 778 match e 672 reti con i Blaugrana, la storia d’amore iniziata dal 2004 sembrava essere giunta al termine. Sono tante le notizie che hanno attraversato questa vicenda, addirittura sono impazzite le scommesse online, con molti utenti che si sono cimentati nell’indovinare dove si sarebbe trasferito la Pulce. Ora l’enigma sembra essersi risolto e a rivelarlo sono i media spagnoli. Infatti Messi e Barcellona hanno trovato un principio d’accordo, con un contratto che prevede una durata di cinque anni, con uno stipendio minore del 50% rispetto a quello percepito ora.

Un accordo importante, con Messi che ha compreso il momento difficile del club, che non versa in buone acque a livello economico. L’accordo non è ancora stato ratificato in forma ufficiale. Compito che spetta agli avvocati del club e del giocatore che devono incontrarsi per limare i vari dettagli. Dettagli che finiranno per protrarre comunque l’annuncio ufficiale. La clausola di rescissione di Lione Messi sarà intorno ai 350 milioni di euro.

L’annuncio è imminente, si attende soltanto, riferisce il Mundo Deportivo, il via libera da parte della Liga. Questo perché l’accordo deve rientrare nei limiti salariali che i club della massima serie spagnola si sono imposti. La dirigenza annuncerà il prolungamento dell’accordo con il suo uomo-simbolo, Messi è al Barcellona da quando aveva 13 anni, tra domani e venerdì. Nel caso in cui il giocatore decidesse di ritirarsi dall’attività agonistica prima della scadenza del contratto, diventerebbe ambasciatore del club nel mondo. In particolar modo negli Usa se decidesse di terminare la sua carriera di calciatore nella Mls nordamericana. Su questo punto si parla dell’Inter di Miami.

Come detto prima si sa che Messi ha accettato una notevole riduzione dello stipendio pur di rimanere al Barça. Ma anche così il club dovrà fargli spazio a livello di tetto salariale, e così si spiega la decisione di liberarsi di alcuni giocatori dagli ingaggi molto pesanti, come Pjanic e Umtiti, al quale è stata data la lista gratuita, e come Griezmann, che potrebbe tornare all’Atletico Madrid. Il ritorno del giocatore francese, però ha scatenato il no dei tifosi colchoneros. Griezmann tornerebbe all’Atletico in cambio di Saul, che guadagna molto meno del francese.

Intanto il presidente Laporta e la sua giunta direttiva stanno facendo i conti per capire quali sono i vantaggi economici del nuovo rapporto con Leo. La serie di proposte per nuove sponsorizzazioni, più i rinnovi di quelle già esistenti, possono rendere più solida la posizione finanziaria del Barça. Secondo quanto riferisce sempre il Mundo Deportivo, avere ancora in rosa Messi, che ha incrementato la sua fama di migliore giocatore del mondo dopo la vittoriosa Copa America in Brasile, oltre a far restare il Barcellona nell’elite del calcio mondiale, porterà degli enormi vantaggi anche a livello di marketing, aumentando gli accessi allo stadio, al museo e ai negozi ufficiali del club.

Attiva ora DAZN in offerta speciale fino al 28 luglio per 14 mesi a a 19,99€ al mese, invece di 29,99€ al mese