Caso Suarez, Agnelli e giocatore ammessi come testimoni
Luis Suarez (Photo credit should read FABRICE COFFRINI/AFP via Getty Images)

Richiesta di rinvio a giudizio per l’ex rettrice dell’Università per Stranieri di Perugia Giuliana Grego Bolli e altri tre indagati per l’indagine legata all’esame per la conoscenza dell’italiano sostenuto da Luis Suarez nel settembre dell’anno scorso.

Il provvedimento della procura perugina riguarda anche l’allora direttore generale Simone Olivieri, la professoressa Stefania Spina e l’avvocato Maria Cesarina Turco, legale della Juventus. Falsità ideologica e rivelazione e utilizzazione di segreti d’ufficio i reati ipotizzati a vario titolo. L’inizio dell’udienza preliminare è stato fissato per il 28 settembre prossimo.

L’Università per Stranieri di Perugia è ‘parte offesa’ nel procedimento legato al cosiddetto esame farsa. Emerge dall’atto con il quale il gip di Perugia ha fissato l’udienza preliminare dopo la richiesta di rinvio a giudizio per l’ex rettrice Giuliana Grego Bolli e altri tre indagati.

Tra le varie fonti di prova la procura perugina indica, tra l’altro, il verbale di interrogatorio di Lorenzo Rocca, esaminatore di Suarez la posizione del quale è già stata definita. C’è poi tutta l’attività d’indagine condotta dalla guardia di finanza, con informative, annotazioni e relazioni, oltre a intercettazioni telefoniche e ambientali.

La richiesta di rinvio a giudizio è stata firmata dal procuratore capo Raffaele Cantone e dai sostituti Paolo Abbritti e Gianpaolo Mocetti.

GUARDA EURO 2020 IN STREAMING SU NOW. CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA GIUSTA PER TE

PrecedenteOttavi Euro 2020, le possibili avversarie dell’Italia
SuccessivoCaso Suarez, sospeso il procedimento contro Paratici