Salernitana cessione quote
(Foto: Giuseppe Maffia, via Onefootball)

I patron della Salernitana, Claudio Lotito e Marco Mezzaroma, sono intervenuti durante la cerimonia di premiazione organizzata dal Comune di Salerno per celebrare la promozione in serie A della Salernitana, che torna in massima serie dopo oltre 20 anni.

«Noi oggi ci troviamo purtroppo di fronte a un problema, che è normativo. Dobbiamo cercare di trovare una soluzione che contemperi le esigenze della città con il rispetto delle regole», ha esordito Claudio Lotito, già patron della Lazio.

Parlando della questione multiproprietà, per la quale dovrà cedere le sue quote entro il 25 giugno, l’imprenditore ha spiegato: «E’ nostro compito sicuramente non disperdere questo patrimonio e soprattutto quello che abbiamo fatto. Anzi, lo vogliamo preservare e tramandare nel tempo. Vogliamo che la Salernitana continui in questo cammino perché oggi è una delle venti società del calcio che conta».

Per Lotito, ora che è stato soddisfatto l’interesse della piazza, «serve trovare la soluzione rispettosa delle regole che consentirà alla squadra e alla società di proseguire in questo cammino e di rappresentare sempre nel calcio che conta la città di Salerno».

Sul tema ha detto la sua anche Mezzaroma: «La normativa prevede alcune possibilità. Stiamo in piena attività». Quanto alla possibilità che possa rimanere in qualità di socio di minoranza, l’imprenditore chiarisce che «è una delle ipotesi, non è la sola ipotesi. E’ una delle ipotesi, almeno a come leggo io la norma».

Le altre ipotesi sono «una cessione totale del cento per cento, una cessione parziale. La norma è abbastanza famosa, la conosciamo tutti, l’italiano non è un’opinione. Poi, certo, c’è anche il codice civile, ci sono le interpretazioni che ognuno può dare, ma leggendo la norma dà una serie di possibilità, nè più né meno».

GUARDA IL GRANDE SPORT DI SKY IN STREAMING SU NOW. CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA GIUSTA PER TE