Torino spese stadio
(Foto: Nicol Campo, via Onefootball)

Il campionato di Serie A volge al termine, così come il mandato della Giunta Appendino. Nel fare i conti di quanto incassato e speso dall’assessorato allo Sport del Comune di Torino, una voce risalta nel rendiconto presentato da Roberto Finardi: le spese sostenute per lo stadio Olimpico-Grande Torino.

Come riportato da Torino Oggi, il Comune ha dovuto versare 600.000 euro per le spese straordinarie. Una cifra sostanziosa, il 20% delle spese totali e addirittura superiore rispetto ai 500.000 euro versati ogni anno dal Torino di Urbano Cairo nelle casse comunali per l’utilizzo dell’impianto.

Una situazione che ha fatto storcere il naso all’assessore allo Sport Finardi, che presentando il rendiconto ha detto: «Non è proponibile una contrattualità simile. Non è normale e lo dico da tifoso granata», lo sfogo alla luce dell’attuale situazione.

Finardi, tuttavia, ha comunque aperto le porte a una speranza per il prossimo futuro: «Pare ci sia da parte del Toro la volontà di farsi carico dell’impianto, non dico di comprarlo ma di trovare un percorso condiviso che porti a una gestione differente».

Come proprietario dell’impianto, il Comune di Torini avrebbe la facoltà di organizzarvi altri eventi sportivi o concerti. Di fatto però l’uso è quasi esclusivo al Toro. «Chi si ricorda altri eventi? Si contano sulle dita di una mano. Anche quando riusciamo ad organizzarli, come Città dobbiamo poi presentare una fideiussione di 160.000 euro, perché se rovini il manto erboso devi ripristinarlo, anche nel colore», ha aggiunto Finardi.

«Prima di andare via, mi auguro di poter tracciare un cammino che faccia risparmiare alla Città tanti soldi», ha concluso Finardi. La palla passa ora a Urbano Cairo: la Giunta Appendino si auspica una gestione differente della stadio cittadino.

GUARDA JUVENTUS-MILAN IN STREAMING SU NOW. CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA GIUSTA PER TE