riapertura stadi pubblico
Tifosi all'Olimpico di Roma (Photo Andrea Staccioli / Insidefoto)

Andrea Costa, sottosegretario al Ministero della Salute con delega allo Sport, è intervenuto ai microfoni di Radio Punto Nuovo sulle polemiche sorte nelle ultime ore sugli assembramenti dei tifosi dell’Inter che si sono radunati in Piazza Duomo per festeggiare il dodicesimo scudetto. Il timore di molti medici è che questo modo di agire possa provocare un nuovo innalzamento dei contagi, che potrebbe finire per danneggiare anche le attività che hanno riaperto da poco.

Costa non ha solo condannato l’episodio, ma ha sottolineato come sia stato sbagliato non prevenire quello che è poi effettivamente accaduto: “Le istituzioni locali avrebbero dovuto fare qualche controllo in più per evitare i 30 mila tifosi dell’Inter a Piazza Duomo per la festascudetto, era prevedibile che tante persone si sarebbero riversate in strada – ha detto il politico – . Ci vuole tanto senso responsabilità da parte dei cittadini, altrimenti rischiamo di rovinare tutto quello che è stato fatto finora per contenere il Covid“.

Riapertura stadi pubblico: l’idea allo studio del governo

Non è escluso, però, che a breve possano essere effettivamente riaperti gli stadi, anche se concedendo l’accesso a un numero di persone ridotto rispetto all’effettiva capienza di ogni impianto: “Ritengo sia più facile controllare 1.000 persone in uno stadio che in una piazza, stiamo riflettendo sulla possibilità di aprire gli impianti sportivi non solo per la finale di Coppa Italia, ma anche per le ultime due giornate di campionato. Giovedì mi incontrerò con il presidente DalPino, dobbiamo valutare giorno per giorno i dati, nella speranza di poter tornare al più presto alla normalità. Da tifoso del Milan, mi auguro che la squadra possa qualificarsi per la Champions League, ma sarà complicato”

GUARDA IL GRANDE SPORT DI SKY IN STREAMING SU NOW. CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA GIUSTA PER TE