Tifosi interisti festeggiano in Piazza del Duomo (copyright: Claudio Furlan/via Onefootball)

Dopo 11 anni di attesa, l’Inter torna a festeggiare la vittoria dello Scudetto. La gioia dei tifosi si è manifestata in tutta Italia, soprattutto a Milano: circa 30mila persone (secondo la Questura) sono arrivate in piazza Duomo a festeggiare, tra non poche polemiche per gli assembramenti nell’epoca Covid, e in mezzo alle celebrazioni si è verificato anche qualche spiacevole episodio.

Sono otto le posizioni al vaglio della Polizia di Stato dopo un breve tafferuglio avvenuto ieri sera. Il momento di tensione è stato subito arginato dalle forze dell’ordine presenti, in una serata in cui non sono stati provocati né danni né ferimenti.

“Ci teniamo a sottolineare – è stato sottolineato in questura – che nonostante il numero di persone presenti nelle strade non solo non ci sono stati contusi, ma nemmeno danneggiamenti o scritte”. La Digos, dal canto suo, sta vagliando la posizione di otto persone, tutte intorno ai 20 anni, identificate dopo il lancio di bottiglie verso agenti in tenuta antisommossa insieme ad un’altra ventina di tifosi. Tra essi non vi sarebbe nessun esponente di spicco degli ultras, ma si tratterebbe di ragazzi che hanno alzato un po’ troppo il gomito.

La Polizia scientifica sta analizzando le immagini dell’accaduto e se verranno accertati comportamenti violenti, i responsabili saranno denunciati per resistenza a pubblico ufficiale. Per il momento gli otto sono stati sanzionati per la violazione della normativa anti-Covid, ovvero per non aver rispettato il coprifuoco.

GUARDA IL GRANDE SPORT DI SKY IN STREAMING SU NOW. CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA GIUSTA PER TE