Gazidis malattia
(Copyright: Spada/LaPresse, via Onefootball)

Alla luce del neonato progetto di una Superlega che coinvolgerà 20 club calcistici – con 12 fondatori già definiti –, l’amministratore delegato del Milan Ivan Gazidis ha scritto una lettera agli sponsor, per annunciare la nuova competizione e ribadire l’importanza del campionato di Serie A.

«Caro partner, come parte importante della famiglia Milan, volevo scriverti in merito all’annuncio di ieri sera (l’altro ieri, ndr) sul futuro del calcio europeo». Così si apre la lettera di Gazidis, che Calcio e Finanza ha avuto modo di visionare.

«Il Milan è lieto di confermare di essere uno dei dodici principali club europei che si sono uniti per dare vita a una nuova competizione infrasettimanale, la Superlega. L’obiettivo è creare un formato in cui le migliori squadre si sfidino più regolarmente, migliorando la qualità e l’intensità complessive del calcio europeo. Siamo fiduciosi che questa nuova competizione a 20 squadre catturerà l’immaginazione di miliardi di tifosi di calcio in tutto il mondo e rappresenterà l’inizio di un nuovo entusiasmante capitolo del gioco del calcio», si legge ancora.

«L’industria del calcio, come molte altre, ha recentemente attraversato un periodo di significativa instabilità e difficoltà finanziarie, accelerate dalla pandemia globale del Covid-19. La Superlega fornirà valore e supporto all’intera piramide del calcio con maggiori risorse finanziarie, aumentando in modo significativo i pagamenti di solidarietà alle leghe nazionali e al calcio di base e la creazione di un campionato femminile corrispondente, che rappresenterà un passo in avanti trasformativo per il calcio femminile», prosegue la missiva.

Se il club rossonero punta molto dunque sulla crescita dei ricavi – che negli ultimi 20 anni sono rimasti sostanzialmente fermi – va comunque ricordato che al 30 giugno 2020 i debiti della società del fondo Elliott nei confronti del sistema bancario erano prossimi allo zero.

A livello patrimoniale, invece, a giugno 2020 il patrimonio netto consolidato del gruppo Milan era positivo per 34,1 milioni di euro, in diminuzione rispetto agli 83,3 milioni del 30 giugno 2019, per effetto della perdita consolidata di 194,6 milioni di euro, in parte compensata dai versamenti in conto futuro aumento di capitale sociale da parte del fondo Elliott per 145 milioni di euro.

«Contemporaneamente all’impegno per la creazione di questo nuovo torneo europeo – prosegue ancora la lettera ai partner, i club fondatori si stanno anche impegnando a lungo termine per i loro campionati nazionali. La Serie A rimarrà la competizione del fine settimana più importante e importante in Italia e il Milan è orgoglioso di rimanere una parte importante del tessuto del calcio italiano. I club non vedono l’ora di tenere discussioni con la FIFA e la UEFA e tutte le altre istituzioni calcistiche per lavorare insieme in partnership per fornire una struttura che sarà vantaggiosa per il calcio nel suo insieme».

«Questo è un momento emozionante per il Club, per voi come nostri partner e per il calcio europeo. Non vediamo l’ora di intraprendere questo viaggio insieme a te e ti terremo aggiornato sugli sviluppi man mano che il progetto avanza. Non esitare a metterti in contatto con il nostro team in caso di domande», si conclude il messaggio.

GUARDA IL GRANDE SPORT DI SKY IN STREAMING SU NOW. CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA GIUSTA PER TE