Ranking Uefa club
Bayern Monaco, winner of Champions League 2019/20 (Photo by Julian Finney - UEFA/UEFA / Insidefoto)

E’ slittata la decisione in merito alla riforma della UEFA Champions League, che porterà ad un nuovo format della competizione a partire dal 2024. Secondo The Athletic, lo slittamento riguarda discussioni tra i migliori club europei e la UEFA su chi dovrebbe gestire i diritti commerciali della competizione.

La Federcalcio europea ha fatto sapere che la “decisione ufficiale” sulla riforma della massima competizione europea per club sarà presa il 19 aprile, dopo essere stata discussa nella riunione del Comitato Esecutivo UEFA.

Come detto, il punto critico non è legato alle modifiche proposte alla competizione, sebbene vi sia comunque disaccordo nella più ampia comunità calcistica su alcuni di questi cambiamenti. In particolare, l’idea di assegnare almeno due dei quattro nuovi slot per la Champions alle squadre che falliscono la qualificazione tramite i campionati nazionali, ma con un forte pedigree europeo.

Il tema più complesso riguarda il fatto che l’ECA vuole avere molta più voce in capitolo sul modo in cui i diritti di trasmissione e commerciali della Champions League vengono venduti e commercializzati. La UEFA, dal canto suo, è disposta a cedere un po’ di controllo ai club, ma vuole mantenere il veto sulle decisioni chiave.

Dunque, per il momento tutto rinviato ad aprile. Il futuro della risorsa più preziosa della UEFA, del resto, è un argomento spinoso dal 2019, quando sono stati lanciati per la prima volta piani ancora più radicali per rivedere la competizione.

GUARDA IL GRANDE SPORT SU DAZN: ATTIVA QUI IL TUO ABBONAMENTO