stipendio Antetokounmpo
Giannis Antetokounmpo dei Milwaukee Bucks, Nba (foto ufficio stampa Nba)

Dopo il contratto record da 100 miliardi in 11 anni strappato dalla NFL, l’attenzione si sposta ora sulla NBA. Come riporta CNBC, la massima lega cestistica mondiale punta a un accordo da 75 miliardi di dollari (circa 65 miliardi di euro), triplicando l’attuale contratto da 24 miliardi (circa 20 miliardi di euro) per circa 2,6 miliardi di dollari annui fino al termine della stagione 2024/25.

L’NBA sarebbe alla ricerca di un contratto dalla durata di nove anni, che dovrebbe generare entrate tra i 7 e gli 8 miliardi annui, ponendo la lega appena dietro alla sola NFL in termini di introiti dai diritti audiovisivi.

La NBA è attualmente partner di WarnerMedia di proprietà di AT&T e Disney (Espn), oltre ad avere un accordo di streaming da 1,5 miliardi con la società cinese Tencent Holdings.

“Penso che chiunque si aspetti ciò, dal momento che il pubblico sta dimostrando di apprezzare l’NBA, ci si può quindi aspettare degli incrementi da questo punto di vista” ha dichiarato l’ex presidente di CBS Sports, Neal Pilson. “Penso che l’NBA cercherà consistenti aumenti”.