Il logo di Suning a bordocampo (Photo Andrea Staccioli / Insidefoto)

“Suning ha confermato il proprio impegno per il sostegno finanziario del club con o senza un ulteriore supporto esterno”. È quanto si legge nella relazione al 31 dicembre 2020 di Inter Media and Communications, la società controllata dall’Inter in cui confluiscono i ricavi commerciali e da diritti tv del club nerazzurro, come già aveva anticipato il CFO Tim Williams. Un sostegno che riguarda quella che è la gestione ordinaria della società.

“La nostra proprietà è in trattative per fornire una serie di soluzioni nell’ambito della struttura del capitale e della gestione della liquidità – prosegue il club nel documento -. È  ragionevole e prudente guardare all’esterno. In questo senso, Suning ha nominato consulenti e advisor in Asia per lavorare insieme per trovare i partner adatti, che sia sotto forma di iniezione di capitale o altro. Colloqui con potenziali partner sono costanti”, conclude l’Inter.

Dal punto di vista finanziario, Suning ha convertito in capitale una nuova tranche dei prestiti già precedentemente effettuati verso l’Inter (non ci sono stati quindi nuovi versamenti): “Nel semestre chiuso al 31 dicembre 2020, un importo di € 30,0 milioni è stato convertito in capitale, lasciando un importo in essere di € 102,2 milioni (inclusi interessi maturati di € 15,1 milioni). Nel gennaio 2021 è stata effettuata un’ulteriore conversione in equity per 25,0 milioni di euro”, spiega il club nerazzurro. 

SERIE A, CHAMPIONS LEAGUE ED EUROPA LEAGUE: SCOPRI LE NUOVE OFFERTE DI SKY
CLICCA QUI E COMPILA IL FORM