Accordo vivendi Mediaset Fininvest
Il logo del gruppo Mediaset (Insidefoto.com)

Anche Mediaset potrebbe rientrare nella partita per i diritti tv della Serie A. La Lega sta valutando l’ipotesi di poter rimettere sul mercato uno dei pacchetti per la trasmissione delle gare del campionato nel triennio 2021/24, con la possibilità quindi di nuove offerte in arrivo.

Nel dettaglio, il pacchetto in questione è quello relativo alla vendita mista, complementare alla offerta presentata da Dazn: la piattaforma di streaming ha offerto 840 milioni di euro annui per i pacchetti 1 (che permette di trasmettere 7 gare a giornata in esclusiva) e 3 (in cui sono inserite 3 gare a giornata in co-esclusiva), mentre resta in ballo il pacchetto numero 2, che consente di mandare in onda le 3 gare in co-esclusiva su una seconda piattaforma e per cui Sky ha offerto 70 milioni a stagione.

Tuttavia, la Lega per cercare di massimizzare i ricavi sta appunto valutando di rimettere in vendita quest’ultimo pacchetto, inserendo inoltre una gara in chiaro: in sostanza, quindi, chi se lo dovesse aggiudicare potrebbe trasmettere 2 partite a giornata in modalità pay e 1 partita in chiaro (per cui comunque servirebbe, nel caso, il via libera da Dazn).

Un pacchetto di questo tipo, secondo alcune analisi, potrebbe valere anche fino a 150 milioni di euro annui, che permetterebbe così alla Lega Serie A di sfiorare il miliardo in caso di aggiudicazione (insieme agli 840 milioni garantiti da Dazn).

Una ipotesi che fa gola non solo a Sky, che ha già presentato una offerta e che potrebbe sfruttare anche i canali in chiaro come Tv8 o Cielo, ma anche a Mediaset. La tv del Biscione è infatti pronta a rilanciare la sua proposta di sport a pagamento in streaming, dopo aver acquistato i diritti per trasmettere (in co-esclusiva con Sky) 104 partite live a stagione di Champions League, oltre a 16 gare in chiaro al martedì.

Secondo fonti vicine a Mediaset, la tv del Biscione sarebbe vigile sulla situazione, aspettando novità dalla Lega Serie A sull’ipotesi della nuova asta per il pacchetto di gare in streaming (se ne parlerà venerdì in assemblea), anche se non c’è attualmente la certezza che, anche nel caso di nuova asta, possa arrivare una offerta.

Quel che è certo è che per Mediaset, dal punto di vista commerciale, potrebbe essere sicuramente più attraente rientrare nel calcio pay con una offerta in cui sono presenti sia la Champions League sia tre gare di Serie A, rispetto a poter trasmettere solo le sfide dell’ex Coppa Campioni. Intanto l’attesa è per capire anche quale sarà la piattaforma dove verranno trasmesse le partite: le ipotesi restano Infinity oppure una sezione pay all’interno di Mediaset Play.