Dazn contro Sky

Prosegue la corsa ai diritti televisivi della Serie A per il ciclo triennale che va dal 2021 al 2024. Alla corposa offerta della piattaforma in streaming840 milioni –, l’emittente satellitare ha risposto con un rilancio che prevede subito 500 milioni tra la sesta rata dei diritti 2019/20 e metà della quota per il 2020/21.

I due broadcaster stanno duellando senza esclusione di colpi. E proprio la decisione dell’emittente di proprietà di Comcast di mettere sul piatto un anticipo da oltre mezzo miliardo entro tre giorni dall’eventuale assegnazione ha indispettito Dazn.

Come riporta il Sole 24 Ore, la piattaforma di sport in streaming ha affidato la sua risposta a una lettera in Lega, in cui la mossa di Sky è stata bollata come «offerta tardiva che non può essere accettata poiché illegittima» oltre che «un pericoloso precedente per la Lega Serie A».

Non solo, Dazn ha sottolineato come si tratti di una proposta con cui «Sky sta sostanzialmente offrendo alla Lega Serie A una somma che effettivamente appartiene a quest’ultima». Il riferimento è al fatto che nei 505 milioni sono compresi anche 130 milioni dell’ultima rata dello scorso campionato non pagata e oggetto di controversia fra Sky e la Lega.

GUARDA IL DERBY MILAN-INTER IN ESCLUSIVA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO