Chi è Max Van Den Doel
(Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Continua la rivoluzione societaria in casa AS Roma. In questi giorni, le porte della sede di Trigoria sono sempre aperte, sia in entrata che in uscita. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, il prossimo addio riguarderà Francesco Calvo, Chief Operating Officer.

Le ragioni sottostanti sarebbero molteplici, tra motivi familiari e divergenza di veduta con la società. Insieme a Calvo, la Gazzetta dà anche in uscita Guido Gombar, capo della sicurezza, altro nome importante della vecchia proprietà.

Il primo ad andare via era stato Mauro Baldissoni, vicepresidente vicario del club e “uomo di fiducia” di James Pallotta: continuità troppo forte con la vecchia gestione per poter essere trattenuto. Ad aver già salutato è stato anche Pantaleo Longo, segretario generale. Quindi era arrivato il turno di Paul Rogers, capo del dipartimento dei digital media, insieme a Manolo Zubiria, Global Sport Officer, e a Federico Bafaro, ex capo dell’ufficio del personale.

Ma oltre a chi esce vi è anche chi entra. Anzitutto è arrivato Stefano Scalera, ex capo del gabinetto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, che si occupa del dossier stadio e dei progetti di Roma Cares. Insieme a lui lavora Francesco Pastorelli, capo del Roma Department, che gestisce i rapporti con città e tifosi.

Vi sono poi Roberto Murgo, che prende il posto di Bafaro, Lorenzo Vitali, avvocato incaricato degli affari legali e societari, e soprattutto Tiago Pinto, ex Benfica e nuovo general manager. E non solo: Morgan de Sanctis potrebbe diventare uomo di fiducia di Pinto e Maurizio Lombardo il nuovo segretario generale.

SKY WIFI A SCONTO CON SKY TV E SKY Q, CLICCA QUI PER MAGGIORI INFORMAZIONI