Lazio Pedro Neto
(Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Uno Sporting vale l’altro? Non proprio. Il quotidiano inglese The Guardian ha rivelato un errore nella scrittura del bilancio della Lazio relativa all’affare Pedro Neto, centrocampista portoghese acquistato dai biancocelesti nell’estate del 2017 dallo Sporting Braga e ceduto nell’estate 2019 al Wolverhampton per circa 18 milioni. Tuttavia, nel bilancio biancoceleste, viene indicato Sporting Lisbona come club da cui è stato acquistato il calciatore.

Un caso portato alla luce da The Guardian, che, analizzando i conti della società biancoceleste, ha notato la discrepanza. Un errore che è esclusivamente formale, dovuto all’omonimia tra le due società lusitane, come spiegato al tabloid inglese dal segretario generale biancoceleste, Armando Calveri: “Ci tengo a precisare che, entrambi i giocatori, Pedro Neto e Bruno Jordao, sono stati acquistati dallo Sporting Braga e non dallo Sporting Lisbona. Un errore del nostro dipartimento finanziario che è stato ingannato dai nomi simili dei due club. Come ben sapete, lo Sporting Lisbona non ha infatti mai registrato i giocatori. Adegueremo i nostri bilanci specificando le note relative ai due casi”. 

Il pagamento è quindi in realtà stato effettuato al Braga e si tratta perciò solo di un errore di comunicazione. Infatti i conti dello Sporting Lisbona non fanno menzione di Neto, né di alcun pagamento ricevuto dalla Lazio in relazione ai diritti del giocatore. Un portavoce dello Sporting Lisbona ha detto che il club non ha mai avuto alcun pagamento per nessuno dei due giocatori, Pedro Neto e Jordao, e ha aggiunto che la discrepanza si tratta “ovviamente di un errore della Lazio. La squadra legale dello Sporting Clube de Portugal (Sporting Lisbona, ndr) ha già preso contatti con la Lazio per poter correggere questo errore”.

Lazio Pedro Neto – La discrepanza sulle cifre

The Guardian ha notato anche la differenza tra quanto dichiarato dalla Lazio relativamente al pagamento del cartellino e quando il Braga ha dichiarato di aver ricevuto. La somma comunicata dai biancocelesti per acquistare il centrocampista ora ai Wolves è di 11 milioni di euro, quella comunicata dal Braga di 9,5 milioni.

Una discrepanza di prezzo che Calveri ha così spiegato: “Le informazioni finanziarie relative al trasferimento del giocatore sono riservate e rendono le cose più misteriose. Ma in questo caso l’immaginazione supera la realtà. L’indagine è fuorviante, visto il diverso metodo fiscale adottato dai due club. Tutti gli importi relativi al trasferimento sono dichiarati nel Fifa TMS (Transfer Matching System) che tutela la trasparenza nelle transazioni finanziarie tra i club”.

Il Braga, interpellato dal quotidiano inglese, ha affermato che la menzione dello Sporting Lisbona si tratta di “un errore della Lazio” e che ha ricevuto un totale di 17 milioni di euro per Neto e 8,5 milioni di euro per Jordão.

Sky WiFi a sconto con Sky TV e Sky Q
Clicca qui per maggiori informazioni