Var
Il logo della Serie A sullo schermo Var (Photo Andrea Staccioli / Insidefoto)

Nella giornata di ieri si è tenuta una riunione tra Lega Serie A e i fondi di private equity (Cvc, Advent e Fsi), che lo scorso 19 novembre hanno ricevuto l’ok all’ingresso nel 10% della media company creata per gestire e commercializzare i diritti televisivi della Serie A nei prossimi anni.

Lo riporta Il Sole 24 Ore, spiegando che sul tavolo c’erano la definizione degli ultimi aspetti per arrivare a definire una lettera d’intenti firmata tra le parti. Una successiva assemblea, probabilmente entro il 15 gennaio, dovrebbe dare il via libera all’accordo finale con la definizione di tutte le condizioni.

L’incontro domenicale del comitato negoziale (Andrea Agnelli, Aurelio De Laurentiis, Guido Fienga, Claudio Fenucci e Stefano Campoccia) ha mostrato progressi evidenti. Alla fine, quella che sembra respirarsi è un’aria di ottimismo, con l’indicazione che l’operazione dovrebbe essere chiusa positivamente con l’inizio del nuovo anno.

Già nella riunione di domenica sarebbero inoltre stati superati alcuni nodi, tra i quali le divisioni tra i grandi e i piccoli club di Serie A. Nel contratto sarebbero stati inoltre presi in considerazione alcuni rischi, come la possibile creazione di una Superlega europea, voluta dal presidente del Real Madrid Florentino Perez.

Un altro passaggio fondamentale – oltre alla suddivisione degli 1,7 miliardi di euro che arriveranno dai fondi – sarà la nomina dell’amministrazione delegato della MediaCo che si occuperà di commercializzare i diritti tv della Serie A.