La coppa del mondo di sci a Cortina (foto Infront)

L’Olimpiade di Milano-Cortina 2026 e i Mondiali di sci alpino che tra pochi mesi si
svolgeranno nella stessa località ampezzana rappresentano un’occasione quasi
irripetibile per chi, come Infront, non solo fa dei Winter sport una delle colonne
principali della sua strategia futura. Ma che anche può contare su un expertise unico
nelle discipline invernarli, visto che il nostro gruppo ha praticamente cominciato
dagli sport della neve che e da anni siamo collaboratori della Fisi (Federazione
italiana sport invernali, ndr)”.

Con queste parole Alessandro Giacomini, Managing Director di Infront Italy, spiega come, con l’appuntamento olimpico del 2026  assegnato all’Italia e con la rassegna iridata che si terrà luogo tra pochi mesi nella Perla delle Dolomiti, inizierà un periodo speciale per chi da sempre si occupa di sport invernali. “Ci sarà un’attenzione particolare su queste discipline anche da parte di chi, persone e aziende, abitualmente non li segue e noi, come operatori del settore, potremmo aiutare al meglio chi vorrà affacciarsi a questo mondo”

Il gruppo svizzero Infront, e la sua controllata italiana Infront Italy, hanno infatti un
rapporto storico con il mondo winter. In particolare la società italiana, di cui
Giacomini è responsabile, attualmente gestisce numerose property, sia in via diretta,
sia in via indiretta – ovvero con contratti conclusi dalla casa madre, ma gestiti per la
gran parte dal team della succursale italiana. Inoltre Infront si occupa della gestione
di un gran numero di gare di Coppa del Mondo di Sci, di Snowboard e Sci Nordico,
sia sotto il profilo della produzione e distribuzione TV, sia dell’implementazione e
gestione sponsor, sia della post-produzione. Ed è evidente come il 2021 sarà un anno
molto importante per la società, in quanto si svolgeranno a Cortina i Mondiali di sci
alpino, evento di cui la società è Official Advisor e che rappresenta la kermesse
internazionale più importante per lo sci dopo i Giochi Olimpici Invernali.

Alessandro Giacomini (foto Infront)

“Per un’azienda che è interessata ad entrare nel mondo degli sport invernali, Infront
può offrire un pacchetto completo e una consulenza a 360 gradi difficile da reperire
in altre parti o da altri soggetti. Noi sappiamo fare tutto nel marketing e nella
produzione e distribuzione dei Winter Sport e quindi rappresentiamo una sorta di
one-stop-shop per chi vuole investire in questo settore. Infatti copriamo l’intera filiera
produttiva, che va dalla sponsorizzazione all’organizzazione di kermesse”, prosegue
Giacomini.

Nel dettaglio per la FISI Infront si occupa della gestione degli sponsor e delle attività
di marketing. Mentre per la ISMF – Federazione Internazionale Sci Alpinismo-
Infront è responsabile per le attività di sponsorship, media e marketing. Inoltre
Infront è Official Advisor della FISG – Federazione Italiana Sport del Ghiaccio a
partire dalla stagione in corso e fino alla stagione 2025/2026, occupandosi in
esclusiva della gestione dei diritti marketing, sponsorship e digitali della Federazione.

Mentre sul fronte della gestione di property internazionali, Infront – con la sua area di
Post-Produzione e Original Contet Creation, si occupa anche della realizzazione dei
magazine e degli highlights di altre Federazioni oltre a quelle citate e, in particolare
di ISU (International Skating Union), IIHF (International Ice Hockey Federation) e
IBSF (Federazione Internazionale Bob e Skeleton).

“Gli sport invernali hanno il grande vantaggio che la maggior parte degli appassionati
è concentrato nei Paesi più ricchi, sia in Europa che in Nord America. E questo fa da
calamita per sponsor di alta gamma (Audi, brand premium del gruppo Volkswagen,
per esempio è uno dei principali sponsor della Coppa del Mondo, ndr)” spiega
Stefano Deantoni, Marketing Director di Infront. “Ciò però non deve trarre in
inganno: i grandi eventi dei winter sport come Mondiali hanno veramente
un’audience globale e raggiungono quasi 1 miliardo di spettatori in tutto il mondo nei 15 giorni di gare. Le immagini dei principali eventi raggiungono infatti 190 Paesi.
L’audience è totalmente internazionale e anche gli sponsor apprezzano di poter
raggiungere un pubblico così ampio e variegato”.

La Coppa del Mondo

A parte i Mondiali che si tengono a cadenza periodica, il fiore all’occhiello di questa
attività è la Coppa del Mondo di Sci Alpino, manifestazione che si tiene ogni
stagione e che ha un giro d’affari di circa 40 milioni e un’audience cumulata, secondo
i dati della federazione internazionale, di 2 miliardi e 723 milioni di spettatori.

Stefano Deantoni (foto Infront)

In questa manifestazione Infront Italy è incaricata di produrre direttamente con i
propri mezzi tecnici tutte le gare di sci alpino previste in calendario in Italia, Francia,
Bulgaria, nella stagione 2020/21. In totale si tratta di confezionare per la stagione in
corso 21 gare e in ogni località in cui Infront Italy produce direttamente, viene
utilizzato un OBVan (UN mezzo regia) di ultimissima generazione. Oltre a questo
Infront Italy si occupa di gestire tutto il cablaggio dalle piste all’OBVan nelle gare in
cui produce direttamente: vengono stesi vari km di cavi da esperti tecnici “cablatori”
che iniziano l’impianto circa 15 giorni prima dell’inizio dell’evento e che ovviamente
si occupano, al termine delle gare, del relativo smantellamento, utilizzando per il
trasporto in pista elicotteri, gatti delle nevi, motoslitte. D’altronde è evidente come
organizzare un grande evento sportivo in un paese di montagna di pochi abitanti
presenti non foss’altro per le complicazioni logistiche molte più difficoltà che farlo,
come succede in altri sport, in grandi stadi o palazzetti situati in grande centro urbani.

L’impegno infatti è assolutamente significativo. Si pensi per esempio che
mediamente una discesa libera viene coperta da 19/25 telecamere, un Super G da un
numero compreso tra 16 e 22 telecamere, mentre per lo slalom gigante e quello speciale le camere necessarie variano da 13 e 19. Mentre le persone coinvolte spaziano da un massimo di 80 per la discesa libera a un minimo di 45 per lo slalom.

Implementazione per la Coppa del Mondo di Sci Alpino

Infront Italy è responsabile per la gestione degli sponsor e l’attività
d’implementazione piste di gara di 50 gare in 24 località diverse in tutto il mondo
sparse tra Italia, Canada, Stati Uniti, Norvegia, Svezia, Slovenia, Francia e Croazia.
In questa attività può contare su dieci sponsor internazionali che si ripartiscono i
pacchetti pubblicitari a rotazione sui i due circuiti da seguire contemporaneamente:
maschile e femminile. Per questo esistono due team di professionisti di Infront Italy
che seguono i due circuiti in contemporanea (dieci persone per ciascuno).

Sempre per la Coppa del Mondo di sci alpino Infront Italy gestisce il title sponsor
della federazione internazionale, ovvero Audi (controllata del gruppo Volkswagen) e
del timing sponsor (Longines) per tutte le gare (circa 75) in tutte le località in tutto il
mondo (oltre a quelle menzionate sopra anche quindi quelle disputate in Germania,
Austria) con due team dedicati per ogni circuito

Altre attività

Il post produzione si caratterizza invece per i magazine show. Per la federazione
internazionale gli sci alpino (FIS) si stratta di 15 show da 26 minuti. Per quella di
snowboard e freestyle di 13 e 14 programmi rispettivamente. Oltre ali eventi dei
campionati mondiali. Il tutto in aggiunta a highlights e realizzazione contenuti social
(clip, infografiche contenuti di archivio) per le piattaforme digitali

Infine ci sono le attività di live streaming delle varie competizioni.

SCOPRI LINK DI ENI GAS E LUCE: SKY E NETFLIX GRATIS PER DUE MESI