Diritti tv Bundesliga 2020 2021
(Photo by Maja Hitij/Getty Images)

Diritti tv Bundesliga 2020 2021 – Il 7 dicembre la DFL, la lega calcio tedesca, presenterà la distribuzione dei ricavi previsti dal nuovo contratto dei diritti tv della Bundesliga, che entrerà in vigore dalla stagione 2021/22 fino all’estate 2024, ai 36 club professionistici in un’assemblea generale virtuale.

In media, il campionato distribuirà ad ogni società in media 1,1 miliardi di euro dal marketing nazionale e 200 milioni di euro dal marketing internazionale ai club nei prossimi quattro anni.

Diritti tv Bundesliga 2020 2021: i ricavi dei club

Dal contratto in essere, in questa stagione saranno distribuiti ai 36 club un totale di 1.448 milioni di euro di marketing nazionale e internazionale. La rivista Kicker ha reso noti esclusivamente i ricavi dei 18 club del massimo campionato tedesco.

Il Bayern campione di Germania e d’Europa riceverà 105,4 milioni di euro dal marketing nazionale e internazionale della DFL in questa stagione, seguito dal Borussia Dortmund che incasserà 94,95 milioni di euro e dal Bayer Leverkusen i cui introiti per i diritti televisivi saranno 88,07 milioni di euro. I club che incasseranno meno dai diritti tv in questa stagione sono:

  • Arminia Bielefeld 34,31 milioni di euro
  • Union Berlino 37,07 milioni di euro
  • VfB Stoccarda 45,71 milioni di euro.

Normalmente, spiega ancora Kicker, le risorse vengono assegnate alle società in quattro rate distinte durante la stagione, ma nel 2020/21 saranno distribuite in dodici tranche.

Diritti tv Bundesliga 2020 2021: i criteri di distribuzione

I criteri per la distribuzione dei ricavi nazionali della Lega calcio tedesca, che vien effettuata in un rapporto di 80:20 tra Bundesliga e 2a divisione, sono quattro:

  1. il 70% viene diviso fra tutti i club di Bundesliga 1 e Bundesliga 2 in base alla classifica quinquennale di ciascuna delle due competizioni.
  2. una seconda quota del 23%, tiene invece conto della classifica ponderata degli ultimi 5 anni dei 36 club che giocano nelle due competizioni.
  3. una terza quota, pari al 5%, si basa sulla classifica complessiva dei 36 club negli ultimi 20 anni
  4. il restante 2% premia l’utilizzo dei giovani e la distribuzione è legata proporzionalmente ai minuti giocati dai calciatori Under-23 formati nei club

Per quanto riguarda i diritti tv internazionali, con l’eccezione di un contributo di solidarietà pari a otto milioni di euro per la seconda divisione, tutte le entrate vanno ai club della Bundesliga.