Elliott investimenti 2020
Il fondatore del fondo Elliott, Paul Singer (foto: YouTube)

Il Registre des Bénéficiaires Effectifs (RBE) è la banca dati in cui sono archiviate le informazioni sui titolari effettivi dichiarati dalle società e dagli enti (fondazioni, organizzazioni non profit, ecc.) in base alla legge del Grand Ducato del Lussemburgo del 13 gennaio 2019.

Legge che ha recepito la V Direttiva europea in materia di Antiriciclaggio (direttiva n. 2018/843 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 30 maggio 2018).

Il RBE è gestito dal Luxembourg Business Register (LBR), sotto l’autorità del ministro della Giustizia del Lussemburgo.

Questo registro contribuisce al principio di trasparenza delle persone giuridiche garantendo che le informazioni sui titolari effettivi delle persone giuridiche siano conservate e rese disponibili.

Che cosa si intende per titolare effettivo?

Un titolare effettivo è una persona fisica che in maniera ultimativa possiede o controlla una società o un ente in virtù del possesso diretto o indiretto di una percentuale sufficiente di azioni, diritti di voto o partecipazione.

In una società è possibile che ci siano più titolari effettivi, così come definiti dalla legge del Lussemburgo.

In base alla normativa del Lussemburgo spetta alle società e agli enti individuare e comunicare al RBE chi sono i titolari effettivi verificando prima chi possiede il proprio capitale e in quale misura (una partecipazione strettamente superiore al 25%) e poi verificando chi lo controlla (tramite un diritto di voto preponderante, ad esempio).

Se, nonostante la ricerca condotta, non è stato possibile identificare alcun titolare effettivo, sono considerati beneficiari effettivi i componenti del consiglio di amministrazione.

La legge lussemburghese prevede che in caso di società quotate in mercati regolamentati, che hanno altri obblighi di trasparenza, i titolari effettivi vadano indicati nei componenti del consiglio di amministrazione.

Come determinare i titolari effettivi?

1) E’ necessario verificare chi detiene il capitale della società e in quale proporzione (approccio puramente matematico legato al criterio della “proprietà del capitale”). Se una persona fisica, anche attraverso società controllate, detiene più del 25% del capitale, si presume che sia un titolare effettivo. Pertanto, questa persona deve essere registrata nel RBE.

2) E’ quindi necessario verificare chi ha il potere di controllare la società (questa volta l’analisi si concentra sul criterio del “controllo”). Ad esempio, se un singolo azionista detiene meno del 25% del capitale ma ha un diritto di voto preponderante, quest’ultimo è comunque un beneficiario effettivo e dovrebbe essere registrato nella RBE.

Queste due fasi vengono eseguite contemporaneamente e non in successione o eliminatoria.

Se, nonostante le ricerche effettuate, non è stato possibile identificare alcun titolare effettivo, i componenti dell’organo amministrativo (es. consiglieri di amministrazione) sono quindi considerati titolari effettivi e, come tali, devono essere iscritti al RBE.

Vediamo ora alcuni esempi pratici di strutture societarie in modo da comprendere come viene individuato il titolare effettivo.

Titolare effettivo – Esempio 1 

Il seguente esempio è tratto dalla Circolare 19/732 della Commission de Surveillance du Sectore Financier del Lussemburgo del 20 dicembre 2019 il cui oggetto è il seguente: Chiarimenti sull’identificazione e la verifica dell’identità dei titolari effettivi finali.

Nel seguente organigramma societario è rappresentata la struttura azionaria e di governance di una società con sede in Lussemburgo, in cui nessuna persona fisica detiene direttamente o indirettamente una quota di partecipazione superiore al 25%.

C’è però una persona fisica (Person F) che in virtù di determinati accordi (es. patti parasociali), pur non avendo alcuna partecipazione al capitale della società, esercita il controllo sulle decisioni del cda.

In questo caso chi sono i titolari effettivi?

Come emerge dalla tabella tratta dalla Circolare l’unico titolare effettivo (così come definito dalla legge lussemburghese) è la Persona F.

Titolare effettivo – Esempio 2 

In questa struttura societaria c’è un socio persona fisica (Shareholder D) che pur avendo solo il 5% del capitale della società esercita il controllo sulla governance della stessa avendo il controllo del cda o un diritto di veto sulle decisioni.

Chi sono i titolari effettivi in questo caso in base alla legge del Lussemburgo?

Questa la risposta riportata nella Circolare 19/732 della Commission de Surveillance du Sectore Financier:

In questo caso i titolari effettivi sono due, l’azionista A, in virtù della partecipazione diretta del 50% e l’azionista D che, benché detenga solo il 5% del capitale, controlla la governance in virtù dei particolari diritti lui assegnati.

Titolare effettivo – Esempio 3

Nel seguente organigramma, che non è ripreso dalla Circolare, abbiamo provato a immaginare una struttura societaria per certi versi simile a quella di Project Redblack, semplificando un po’ le cose in modo da rendere l’esercizio più chiaro.

Sulla base di tale struttura societaria abbiamo provato ad individuare il titolare effettivo applicando le regole previste dalla normativa.

I signori Rossi e Neri, attraverso la società Alfa SRL, detengono ciascuno una partecipazione indiretta del 25,0042% nella società lussemburghese GAMMA Sarl.

Il signor Bianchi, attraverso la società Beta SPA, detiene una partecipazione indiretta del 49,99% in GAMMA Sarl. Inoltre il signor Bianchi, sempre attraverso Beta SPA, controlla al 100% la governance di GAMMA Sarl avendo il diritto, da statuto di GAMMA Sarl, a nominare due consiglieri di amministrazione su tre totali, amministratori il cui voto, sempre da statuto, è necessario per poter prendere qualunque decisione.

Chi sono i titolari effettivi di GAMMA Sarl in base alla legge del Lussemburgo?

Sulla base della normativa e degli esempi visti in precedenza siamo in grado di affermare che i titolari effettivi di Gamma Sarl, come definiti dalla legge del Lussemburgo sono tre: il signor Rossi, il signor Neri e il signor Bianchi.

Ma quali informazioni vedremo nel registro? Emergerà chiaramente il ruolo di controllo del signor Bianchi o saremo portati, al contrario, a ritenere che Neri e Rossi hanno il controllo di GAMMA Sarl grazie al 50,01% che detengono congiuntamente in ALFA Srl?

Come si compila la dichiarazione sui titolari effettivi da inviare al RBE

Sul sito del RBE c’è un Manuale che illustra la procedura per inserire i dati che saranno poi mostrati nel registro online, consultabile gratuitamente da tutti, e negli estratti scaricabili a pagamento.

I campi da compilare più rilevanti sono quelli riuniti nella scheda denominata Fields for beneficial interests held (only for beneficial owners)

[Nostra traduzione: Campi per interessi beneficiari detenuti (solo per i titolari effettivi)]

Questa scheda si compone di due campi:

1. Nature des interets effectifs

Le informazioni da includere in questo campo, spiega il Manuale, riguardano solo la natura degli interessi detenuti. Questi possono essere, ad esempio: “azioni”, “partecipazioni” o “diritti di voto”.

2. Etendue

Le informazioni da includere in questo campo, si legge sempre nel Manuale, si riferiscono alla misura precisa delle effettive partecipazioni detenute. Non è sufficiente indicare “rigorosamente superiore al 25%”. Può essere una percentuale o una proporzione, ad esempio.

Questi campi devono essere compilati in linguaggio amministrativo (francese, tedesco o lussemburghese).

Nel caso in cui si debba aggiungere un tipo di interesse effettivo, affinché i campi si aprano e vengano completati, è necessario cliccare sul pulsante “+ Aggiungi un tipo di interesse effettivo”:

Una volta inserite tutte le informazioni sul titolare effettivo o sui titolari effettivi della nostra società le informazioni saranno disponibili per la consultazione sul RBE.

La visura di Project Redblack sul RBE

Proviamo a fare ora una visura di Project Redblack sul RBE per vedere chi sono i titolari effettivi in base alla legge del Lussemburgo.

I titolari effettivi della Project Redblack, in base alla dichiarazione fornita il 16/09/2020, sono Paul Singer, Salvatore Cerchione e Gianluca D’Avanzo.

Andiamo ora a verificare il tipo di interesse detenuto dai tre nella Project Redblack.

Ad una prima lettura ci verrebbe da pensare che Cerchione e D’Avanzo, avendo entrambi una partecipazione indiretta del 25,0042% in Project Redblack, controllino congiuntamente la società con il 50,01%.

Allo stesso modo saremmo portati a dire che Paul Singer, avendo una partecipazione indiretta del 49,99% in Project Redblack, non abbia il controllo della società lussemburghese e indirettamente del Milan.

Di fatto verrebbe smentito quanto dichiarato ufficialmente dal fondo Elliott attraverso un portavoce il 17 novembre 2020.

«Elliott Associates, LP ed Elliot International, LP, hanno congiuntamente il completo controllo della holding a cui fa capo AC Milan. Elliott detiene il 96% del Club, mentre la restante quota è di pertinenza dei nostri partner».

Tuttavia, andando a riprendere lo schema societario riportato nell’Esempio 2, ci si può accorgere come la fotografia dei beneficiari effettivi che emerge dalla semplice consultazione del RBE (senza tenere conto di altri documenti, come ad esempio lo statuto) possa trarre in inganno.

In quel caso, come abbiamo visto, i titolari effettivi erano due, l’azionista A, in virtù della partecipazione diretta del 50% e l’azionista D il quale, benché detenga solo il 5% del capitale, controlla in maniera totalitaria la governance della società in virtù dei particolari diritti lui assegnati.

Allo stesso modo Elliott (Paul Singer), come ampiamente ricostruito da Calcio e Finanza, detiene (gestendo i fondi che hanno investito in King George e Genio) il controllo di Project Redblack attraverso i diritti assegnati dallo statuto della società alle azioni di classe A in mano ai due veicoli del Delaware pur avendo solo il 49,99% del capitale nominale di Project Redblack.

Socio n. azioni tipo di azioni %
King George (Elliott) 4.199 Classe A 34,99%
Genio (Elliott) 1.800 Classe A 15,00%
Totale Elliott 5.999 Classe A 49,99%
Blue Skye 512 Classe B 4,27%
Blue Skye 5.489 Classe C 45,74%
Totale Blue Skye 6.001 50,01%
TOTALE 12.000

Nota: Le azioni di Classe A attribuiscono 2 consiglieri su 3 nel cda di Project Redblack. Le azioni di Classe C non hanno diritti di governance e diritti economici. Le azioni di Classe C, formalmente di proprietà di Blue Skye, sono in pegno a King George (Elliott). Elliott vanta inoltre un’opzione call, esercitabile a 1 euro, per rilevare tutte le azioni di Classe C.

Conclusione

Ricapitolando, se una persona fisica detiene direttamente o indirettamente almeno il 25% del capitale sociale di una società, tale persona è, ai sensi della legge antiriciclaggio del Lussemburgo, considerata come beneficiario effettivo e deve essere registrata presso il RBE.

È il caso sia di Gianluca D’Avanzo che di Salvatore Cerchione, perché ciascuno di loro detiene direttamente il 50% del capitale sociale di Blue Skye Financial Partners che a sua volta detiene il 50,1% del capitale sociale di Project Redblack.

Questo è anche il caso di Paul Singer come ultimo detentore indiretto o beneficiario della partecipazione del 35% detenuta da King George Investments LLC nel capitale sociale di Project Redblack.

Come abbiamo già avuto modo di vedere, oltre al puro metodo matematico basato sulla percentuale detenuta nel capitale sociale della società, va effettuata un’analisi da un punto di vista più qualitativo allegata al concetto di «controllo» dell’azienda.

In base a questo metodo, è necessario verificare chi ha il potere di controllare definitivamente l’azienda.

Se una persona fisica detiene almeno il 50% dei diritti di voto nella società, si considera che tale persona eserciti il ​​controllo sulla società (cfr. Diapositiva 9 della Guida esplicativa RBE qui sotto riportata).

È il caso di Paul Singer per il fatto di essere il titolare effettivo (così come definito) di King George e Genio, che sono le due entità che, in base allo statuto, esercitano i diritti di voto di maggioranza in Project Redblack e dunque sul suo investimento sottostante, ovvero il Milan.

Di conseguenza, sia Paul Singer, sia Gianluca d’Avanzo e Salvatore Cerchione figurano nella RBE come beneficiari effettivi di Project Redblack, con le quote indicate nel RBE (calcolate sul capitale nominale). Il controllo di Project Redblack fa però riferimento solo ad Elliott (Paul Singer) alla luce di quanto previsto nello statuto (assenza di diritti di governance e diritti economici per le azioni di Classe C).

1 COMMENTO