Formula 1 bilancio terzo trimestre
(Photo by Mark Thompson/Getty Images)

Formula 1 bilancio terzo trimestre – La Formula 1 ha registrato una perdita operativa di 115 milioni di dollari (circa 97 milioni di euro) per il terzo trimestre del 2020, terminato il 30 settembre. Nell’esercizio precedente aveva fatto registrare un profitto di 32 milioni di dollari.

Il dato relativo alla perdita arriva nonostante il principale campionato automobilistico al mondo abbia registrato ricavi pari a 597 milioni di dollari (502 milioni di euro), in calo di 36 milioni di dollari rispetto ai 633 milioni di dollari generati nello stesso periodo nel 2019. Il calo delle entrate è dovuto al fatto che i fan non hanno potuto assistere ai dieci Gran Premi organizzati tra luglio e settembre (tre in più del 2019), fatta eccezione per il Gp di Toscana. Inoltre La Formula 1 ha anche versato 441 milioni di dollari ai team, rispetto ai 335 milioni di dollari nel terzo trimestre del 2019, a causa dell’aumento del numero di gare.

Oltre all’assenza di fan, i dirigenti della Formula 1 hanno affermato che i ricavi sono stati influenzati dalla posizione geografica delle gare e dalle tempistiche dovute alla revisione del calendario, visto che il campionato è iniziato a luglio dopo la sospensione di marzo dovuta alla pandemia.

Nel primo e secondo trimestre del 2020, quando non si è potuta organizzare alcuna gara, la Formula 1 ha registrato perdite operative rispettivamente di 137 milioni di dollari e 122 milioni di dollari, con i ricavi fermi rispettivamente a 40 milioni di dollari e 24 milioni di dollari .

Gli ultimi dati finanziari della Formula 1 sono stati rivelati quando la società Liberty Media ha pubblicato i suoi risultati trimestrali. L’amministratore delegato di Liberty Media Greg Maffei ha detto: “Abbiamo sofferto molto per non avere fan di persona agli eventi. Rendo merito al nostro team di gestione per aver apportato il grande adattamento per sostenere l’attività e mantenere alto l’interesse dei fan”.