Logo Uefa

Con l’inizio della fase a gironi di UEFA Champions League e della UEFA Europa League nella nuova stagione, i protocolli sanitari e gli sforzi logistici continuano a contribuire a offrire a tutto il calcio europeo in un ambiente sicuro.

La UEFA ha ricostruito i mesi post lockdown, con il ritorno alle competizioni, in un breve documentario dal titolo “In the Bubble”. Organizzare i tornei finali in quattro diversi paesi – spiega la UEFA – per concludere la stagione 2019/20 è stata un’impresa senza precedenti nello sport mondiale.

Il ritorno in campo ad agosto ha dovuto prendere in considerazione le varie giurisdizioni nazionali, con un protocollo medico sviluppato che potesse essere applicato a tutti i livelli. Così si è creato il quadro per le partite che sono state disputate nei mesi di settembre e ottobre.

Giorgio Marchetti, vice segretario generale UEFA, ha spiegato che è servito un vero approccio collettivo. «La comunità calcistica ha davvero lavorato insieme. Senza il lavoro congiunto e l’unità di intenti con federazioni nazionali, leghe e club non sarebbe stato possibile ottenere nulla. E poiché avevamo solo due mesi per organizzare tornei simultanei in Portogallo, Germania e Spagna, le federazioni e le autorità locali ci hanno sostenuto in modo massivo».

Uno spirito collaborativo che sarà fondamentale in futuro: «Manteniamo la stessa forte determinazione nei confronti di tutte le partite della nuova stagione. Tutti hanno guardato le Final Eight ad agosto. Quello che quasi nessuno sa è che dall’inizio di agosto si sono già giocate quasi 500 partite UEFA».

Non solo, la UEFA ha sottolineato che dalla ripresa delle competizioni, fino al 24 settembre, sono stati effettuati 41.513 test ancti-Covid 19. Tra questi i test relativi a specifiche partite e quelli relativi alle competizioni ma non a gare determinate.

Da agosto, ogni singola federazione UEFA ha ospitato un club europeo o una partita internazionale. La lenta reintroduzione dei tifosi negli stadi è partita con la Supercoppa UEFA e ora viene implementata con attenzione, a seconda delle restrizioni locali.