(Foto Calcio e Finanza)

L’Ice (Italian Trade & Investment Agency) è al lavoro per perfezionare nuovi accordi per promuovere e distribuire prodotti italiani nei supermercati del colosso Suning in Cina. Lo riporta ItaliaOggi, spiegando che l’intesa prevede la promozione di 200 prodotti rappresentativi del made in Italy nei negozi online e offline di Suning.

Si tratta in particolare delle catene Sup’s di Hema e CitySuper. La collaborazione include anche forme di pubblicità nei Carrefour China, acquisiti nel 2019 dal gruppo fondato da Zhang Jindong per la cifra di 620 milioni di euro.

Il progetto è parte di una campagna Ice per avvicinare i consumatori cinesi ai prodotti italiani. «Stiamo creando dei grandi padiglioni sulle principali piattaforme di e-commerce in Cina, Alibaba e Jd.com», ha spiegato Gianpaolo Bruno, direttore dell’Ice a Pechino.

«Questi padiglioni consentono alle imprese italiane, soprattutto quelle piccole, di vendere anche se non sono presenti in Cina», ha aggiunto Bruno. I casi di successo nell’ambito dell’e-commerce in Cina «sono numerosi: nella moda un esempio è Valentino», ha ricordato il business development director Europe di Tencent, Enrico Plateo, presentando le opportunità offerte da WeChat, applicazione che conta 1,1 miliardi di utenti attivi settimanali.

Santiago Mazza, CEO di Retex, ha tracciato i pilastri per un approccio di successo al mercato cinese. «Realizziamo un vero e proprio piano di comunicazione che enfatizzi le caratteristiche della cultura cinese e valorizzi gli asset del made in Italy», ha suggerito. Il secondo pilastro «riguarda invece la tecnologia e la capacità di sfruttarla in modo efficace per gestire il processo di vendita». Infine, i servizi: «Aiutiamo le pmi italiane a selezionare i prodotti più pertinenti per entrare nel mercato cinese».