(Insidefoto.com)

Il primo semestre 2020 del Gruppo Rai ha registrato un utile di 4,8 milioni di euro, in lieve miglioramento rispetto al corrispondente periodo dell’esercizio precedente, che si era chiuso con un utile di a 3,3 milioni di euro.

Al 30 giugno – scrive ItaliaOggi – la posizione finanziaria netta risulta negativa per 275,9 milioni di euro contro i 239,1 milioni al 30 giugno 2019. I risultati, illustrati dall’amministratore delegato Fabrizio Salini, sono stati esaminati dal consiglio di amministrazione riunito ieri sotto la presidenza di Marcello Foa.

Per quanto riguarda la prevedibile evoluzione della gestione per l’intero 2020, l’azienda ha spiegato che le proiezioni economiche evidenziano una perdita di esercizio, «ancorché su un livello più contenuto rispetto alle previsioni iniziali».

Il motivo è soprattutto la perdurante contrazione del mercato pubblicitario e degli introiti dei canoni speciali. L’indebitamento finanziario registrerà una ulteriore crescita, rimanendo comunque su livelli di sostenibilità.