Serie A scelta fondo
(Photo by ALBERTO PIZZOLI/AFP via Getty Images)

Serie A assemblea fondi – Oggi – martedì 13 ottobre – è un giorno cruciale per il futuro della Serie A che potrebbe iniziare un nuovo capitolo della propria storia. L’assemblea della Lega di Serie A, presieduta da Paolo Dal Pino, dovrà infatti prendere una decisione sul partner che dovrà accompagnarla nei prossimi anni nel processo di valorizzazione del business dei diritti tv.

Il consulente della Serie A ed ex ministro Giulio Tremonti prenderà la parola in videoconferenza per fornire il suo giudizio sulle offerte con due certezze e una sorpresa.

Le prime sono le offerte dei due consorzi in gara: da una parte Cvc, Advent e Fsi (assistito da Rothschild, Credit Suisse e Barclays oltre che dallo studio Gattai Minoli Agostinelli e da Ey) e dall’altra Bain Capital e Nb Renaissance (che ha come advisor Mediobanca, Nomura e gli avvocati di Gatti Pavesi Bianchi e Greenberg Traurig Santa Maria). La terza è l’offerta arrivata in extremis dal fondo statunitense Fortress, di cui ha dato notizia Calcio e Finanza nella giornata di ieri.

Secondo quanto si apprende, tuttavia, l’offerta non può essere presa in considerazione: non solo perché è arrivata solo 24 ore prima dell’assemblea, ma anche perché i 20 club nell’ultima riunione avevano deliberato di andare avanti unicamente con le proposte di CVC-Advent-Fsi e Bain-Nb Renaissance.

Dopo il giudizio sulle offerte da parte di Tremonti, il presidente della Lega Paolo Dal Pino chiamerà i 20 presidenti dei club alla scelta di quella migliore. Presidenti che avranno anche la possibilità, prima di esprimersi, di consultare per richieste e delucidazioni i rappresentanti delle due offerte. Secondo indiscrezioni riportare dal Sole 24 Ore, i presidenti potrebbero alla fine scegliere basandosi sul track record dei due consorzi nel settore dello sport e sui piani industriali presentati.

A ogni modo, nelle intenzioni del numero uno della Lega Serie A ci sarebbe anche la forte intenzione di arrivare a mettere la parola fine in questa operazione che prevede sostanzialmente l’entrata nel mondo della Serie A dei fondi di investimento. O si sceglie o l’operazione salta.