dove vedere Uruguay-Russia Tv streaming
Luis Suarez, attaccante dell'Uruguay (Insidefoto)

“Abbiamo ribadito la trasparenza del nostro operato professionale e contribuito in maniera positiva alla ricostruzione dei fatti in un incontri positivo e costruttivo”: così l’avvocato della Juventus Luigi Chiappero dopo essere stato sentito come testimone dai pm di Perugia.

La Juve è estranea ai fatti? “Ovviamente” ha risposto Chiappero ringraziando poi i magistrati per averli convocati in tempi molto brevi e consentito loro di fornire la propria versione dei fatti.

“Abbiamo ascoltato le domande che ci siamo poste dai pubblici ministeri, pensiamo di aver contribuito in maniera positiva alla ricostruzione dei fatti nella nostra veste di testimoni e che ci è servita per ribadire la trasparenza del nostro operato professionale in un clima assolutamente sereno e costruttivo”, le parole dell’avvocato Chiappero, storico legale della Juventus, ascoltato per quasi sette ore dai pm della Procura di Perugia insieme all collega Maria Turco nell’ambito dell’inchiesta sull’esame “farsa” di lingua italiana sostenuto da Luis Suarez.

“Devo anche essere grato ai pubblici ministeri per averci chiamato subito – continua l’avvocato – perché aspettavamo forse un po’ con ansia anche l’occasione per poter riferire tutto quello che dovevamo riferire in merito ai fatti perché, come si è dimostrato questa volta come in tante altre occasioni, la verità viene spesso alterata, tagliata, ricostruita e restituita in un racconto che magari serve più al lettore ma che non è la verità”.

“Quindi pensiamo in questo senso di ringraziare i pubblici ministeri che hanno sicuramente in questo caso fatto molto per fare in modo che le cose fossero precise e come dovevano essere contenti”.

“La società Juventus è estranea a qualsiasi addebito” ha chiarito, rispondendo alle domande dei giornalisti prima di lasciare gli uffici del procuratore Raffaele Cantone in auto.