Perché Milik non va alla Roma
Arkadiusz Milik (Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

Perché Milik non va alla Roma? In molti tra i tifosi di Napoli, Roma e Juventus se lo sono chiesti dopo lo stop al risiko dei centravanti che avrebbe dovuto portare il polacco nella capitale spianando la strada per l’arrivo in bianconero di Edin Dzeko.

Nei giorni scorsi si era parlato di uno stop dettato da presunti dubbi della Roma sulle condizioni fisiche di Milik, cui era stato chiesto di sottoporsi ad alcuni controlli medici in Svizzera in una clinica di fiducia del nuovo patron della Roma, Dan Friedkin.

Illazioni cui il club capitolino ha risposto con una nota ufficiale diramata domenica 20 settembre: «In merito alle indiscrezioni relative alla trattativa con il Napoli per il possibile trasferimento di Arkadiusz Milik, l’As Roma smentisce qualsiasi illazione sullo stato della trattativa e ancor di più sulle condizioni fisiche del calciatore, per il quale nutre profonda stima e rispetto».

Perché Milik non va alla Roma – Le ragioni economiche

In realtà il reale motivo sembrerebbe essere più di natura economica. Secondo quanto riferito da Il Giornale, prima di dare l’ok al trasferimento alla Roma il centravanti polacco avrebbe chiesto a De Laurentiis il pagamento degli stipendi di luglio e agosto dovuti dal Napoli.

La Federazione, spostando la fine della stagione al 31 agosto, aveva stabilito che potevano essere saldati nella stagione 2020-2021 a causa dei mancati incassi da botteghino.

Il Napoli, secondo quanto ricostruito dal Giornale, si sarebbe opposto a tale richiesta sostenendo che in virtù del trasferimento Milik avrebbe dovuto chiedere quelle mensilità alla Roma.

Perché Milik non va alla Roma – Gli attriti con De Laurentiis

A complicarle ulteriormente le cose, sottolinea Il Giornale, ci sarebbero anche due cause:

  • la prima legata alla multa per l’ammutinamento dello scorso novembre quando la squadra del Napoli si rifiutò di andare in ritiro;
  • l’altra legata a una pubblicità che Milik fece per il suo ristorante in Polonia all’insaputa del Napoli, che detiene i diritti d’immagine del giocatore.

Il polacco vuole che le questioni si risolvano contestualmente al suo addio. Ma si va per lunghe. È così salta anche Dzeko alla Juve, che ha scelto Morata.