(foto Sky)

Si avvicina sempre di più il momento della decisione per la Lega di Serie A, chiamata a scegliere quale fra le due cordate diverrà partner della Lega nella nuova media company, acquisendone il 10%.

Da un lato c’è la cordata formata da CVC-Advent-Fsi, la quale ha chiesto alla Lega di inserire una clausola Covid nel contratto di acquisto del 10% della newco del massimo campionato italiano. Dall’altro il tandem formato da Bain-Nb, al quale potrebbe presto aggiungersi Mediapro, visto che l’azienda sinno-spagnola è vicina ad un’intesa con i due fondi.

Come riporta MF-Milano Finanza, se il negoziato per entrare nella media company della Serie A dovesse andare in porto, le due cordate di private equity avranno bisogno di manager esperti nella commercializzazione dei diritti televisivi e nella gestione delle relazioni con i presidenti del massimo campionato di calcio italiano. Per trovarli, entrambe le cordate stanno guardando al vivaio di Sky.

La cordata capitanata da CVC ha scelto Andrea Zappia, ex amministratore delegato di Sky Italia, di recente promosso CEO per i Nuovi Mercati e Nuovi Business della pay-tv acquisita nel 2018 dall’americana Comcast. Il gruppo avversario, guidato da Bain, punta invece a Tom Mockridge, ex CEO di Sky Italia fino al 2011.

Figure con simili competenze potrebbero rivelarsi cruciali come consulenti in fase di trattativa e in seguito anche essere candidati a guidare la neonata media company della Serie A. In entrambi i casi tuttavia non sarà affatto facile per i private equity assicurarsi la disponibilità dei due manager.

Per quanto riguarda i prossimi passi verso la creazione della newco, oggi le due cordate illustreranno in video-conferenza i propri piani industriali ai presidenti della Serie A. Le presentazioni si terranno in due sedute separate, una al mattino e una al pomeriggio. Nella prima parte della giornata verrà esposto il progetto di CVC-Advent-Fsi, successivamente sarà il turno di Bain Capital-Nb Renaissance.