Suning azioni legali Premier League
(Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

Premier League Report BDO – Secondo un nuovo report della società di contabilità e consulenza aziendale BDO, la metà dei club dei primi quattro campionati inglesi è preoccupata per la propria salute finanziaria e il 43% afferma di essere stato contattato da investitori esterni negli ultimi 12 mesi.

Prima della stagione 2019/20, i club delle prime quattro divisioni inglesi avrebbe generato ricavi record pari a circa 7,6 miliardi di dollari, ma l’interruzione causata dalla pandemia di coronavirus ha creato non poche difficoltà a livello finanziario.

In risposta all’ultima edizione del rapporto annuale di BDO riportato da SportsPro, il 45% dei 42 direttori finanziari intervistati ha affermato che le finanze del proprio club “necessitano di attenzione”, più del doppio del 21% riportato nel 2019 e quasi quattro volte il 12% di un anno prima. Il cinque per cento ha affermato che le finanze del proprio club sono in uno stato di “grave preoccupazione”, un dato che conferma quello dei due anni precedenti.

In Premier League un quarto dei direttori finanziari ha segnalato preoccupazioni per le finanze del proprio club, mentre per qunato riguarda League One e League Two rispettivamente quasi la metà delle squadre del campionato e oltre i due terzi delle squadre della quarta lega hanno detto che le loro finanze sono “bisognose di attenzione” o peggio, dopo che la stagione 2019/20 è stata dichiarata conclusa a giugno.

Il rapporto BDO rileva che i club della English Football League (EFL), che comprende il secondo, il terzo e il quarto livello, sono stati particolarmente colpiti dalla pandemia perché dipendono più dai ricavi da gara e guadagnano meno dai proventi dei diritti di trasmissione rispetto alla Premier League.

“Molti club stavano già lottando per sistemare i propri bilanci, ma il Covid-19 ha accelerato e aggravato il problema”, ha detto Ian Clayden, capo della sezione degli sport professionistici di BDO. “Se le partite continueranno a essere giocate a porte chiuse per un lungo periodo, potremmo vedere un certo numero di club, in particolare nei campionati inferiori, a rischio di insolvenza o acquisizione nel prossimo anno”.

A proposito dell’acquisizione dei club, il report di BDO rivela che, nonostante le gravi implicazioni finanziarie della pandemia,  l’interesse degli investitori esterni rimane forte nel calcio inglese. Il 43% dei club ha dichiarato di essere stato contattato da potenziali pretendenti durante gli ultimi 12 mesi, e tra questi quasi la metà ha ricevuto segnali di interesse dall’inizio del lockdown a marzo.

Oltre un quarto di questi approcci proveniva da investitori globali, con un particolare interesse tra i fondi di private equity statunitensi. Secondo BDO, gli investitori americani hanno spesso cercato di “formare consorzi con persone con un patrimonio netto elevato, specialisti del settore e altri franchise sportivi”.