Barcellona clausola Messi

Messi nuovi sponsor – Gli affari extracampo di Lionel Messi non paiono aver risentito dell’ultimo tormentato mese, nel quale il 6 volte Pallone d’Oro ha dichiarato prima di voler lasciare il Barcellona, accendendo il calciomercato, salvo dover poi rinunciare all’addio a causa della clausola da 700 milioni di euro che nessun club poteva permettersi di pagare.

Il giocatore – scrive Forbes – ha stipulato infatti un paio di nuovi accordi di sponsorizzazione, che andranno a far crescere gli oltre 30 milioni di dollari annuali che il talento argentino guadagna fuori dal campo. I nuovi brand si uniranno agli altri partner commerciali di Messi che includono Adidas, Lays, Mastercard, il marchio di orologi Jacob & Co e Ooredoo, società di telecomunicazioni con sede in Qatar.

Con questi guadagni, come rivelato sempre qualche settimana fa da Forbes, Messi diverrà il quarto sportivo a guadagnare più di 1 miliardo di dollari unendosi a Tiger Woods, Floyd Mayweather e allo storico rivale Cristiano Ronaldo.

Messi nuovi sponsor – Gli accordi con Budweiser e OrCam Technologies

Il primo con il marchio Budweiser di Anheuser-Busch InBev. L’azienda di birra ha rivelato di aver siglato una sponsorizzazione di tre anni con Messi per un nuovo spot di 45 secondi che riproduce il dramma estivo dell’attaccante con il Barcellona.

“Hanno detto che era troppo piccolo. Ora dicono che è diventato troppo grande. Dicono che abbia smesso di amare la città. Dicono che il suo cuore non batta più per il club. Dicono che la dinastia sia finita. Dicono che la sua grandezza sia scomparsa. Allora cosa risponde?” chiede la voce narrante nello spot, che si conclude con gli slogan “Non rinunciare mai alla grandezza” e “Sii un re”.

Lo stesso Messi ha rivelato un ulteriore accordo tramite i suoi canali social. Il numero 10 del Barça sta collaborando con OrCam Technologies, un’azienda israeliana che produce visori che sfruttano l’intelligenza artificiale per migliorare l’indipendenza delle persone non vedenti o ipovedenti. Il dispositivo OrCam MyEye legge ad alta voce il testo sia stampato che digitale, inoltre può riconoscere volti e prodotti di consumo.

La partnership triennale tra Messi e OrCam è stata siglata poco prima della pandemia da Coronavirus ma non è stata annunciata fino ad oggi. Un portavoce di OrCam afferma che la società è stata attratta da Messi come ambasciatore globale perché è un simbolo per il superamento delle barriere fisiche, visto che l’argentino, come noto, è stato sottoposto al trattamento dell’ormone della crescita quando era in età pre-adolescenziale divenendo poi uno dei più grandi calciatori di sempre.