(Photo by Peter Powell/Pool via Getty Images)

L’amministratore delegato della Premier League, Richard Masters, ritiene che sia «assolutamente fondamentale» che i tifosi possano rientrare negli stadi il prima possibile.

Non farlo, spiega Masters, costerà ai club 700 milioni di sterline di mancati ricavi nella stagione 2020-2021 che inizia sabato prossimo.

Allo stato attuale, in virtù dei dispositivi di sicurezza emanati dal governo britannico, nessun tifoso sarà ammesso allo stadio per seguire le partite di Premier League almeno fino ai primi di ottobre, quando l’esecutivo dovrà pronunciarsi nuovamente sulla materia.

Secondo Masters, che ha parlato a BBC Sport, le partite a porte chiuse «non possono andare avanti per sempre», dato che i club hanno già perso più di mezzo miliardo di sterline nell’ultimo trimestre della scorsa stagione.

«Dobbiamo far tornare ai tifosi all’interno degli stadi il più rapidamente possibile», ha affermato il ceo della Premier League, «questa è la cosa importante che manca, economica o meno, abbiamo bisogno che i tifosi tornino negli stadi per tutti i tipi di motivi ed è la priorità numero uno».