Raheem Sterling of Manchester City celebrates after scoring his side's first goal to make the score 1-0 during the UEFA Champions League Group C match between Manchester City and Dinamo Zagreb at the Etihad Stadium on October 1st 2019 in Manchester, England. (Photo by Daniel Chesterton/phcimages.com) Foto PHC/Insidefoto ITALY ONLY

Intervenuto durante la conferenza dell’ECA nella giornata di ieri, Andrea Agnelli ha parlato di una possibile riforma della UEFA Champions League, ma anche di un altro grande tema che riguarda i club: il Fair Play Finanziario.

A proposito del FPF, «come ho detto più o meno in passato, credo che abbia raggiunto gli obiettivi originari e stiamo lavorando con la UEFA per vedere se possiamo effettivamente migliorarlo. Ma è qualcosa che ha raggiunto i suoi obiettivi. Quindi è qualcosa di cui dovremmo essere tutti molto felici sin dal suo inizio, dall’implementazione fino ad oggi. Ma tutto ciò che funziona può essere migliorato».

Successivamente, una domanda sulla sentenza del TAS in relazione al caso del Manchester City. Un tema sul quale Agnelli è stato piuttosto chiaro: «Sono cresciuto abbastanza da sapere che le sentenze si accettano e non si commentano».

1 COMMENTO

  1. Parlo da juventino,Agnelli ha reso la Juventus la squadra più indebitata d’Europa insieme al Manchester United(ma gli inglesi hanno bel altri ricavi rispetto la Juve),la squadra top in Europa con la media età più alta, la squadra top europea con i più bassi ricavi da stadio, diritti tv, sponsor e merchandising , con che coraggio non si è ancora dimesso sia dall’Eca che dalla Juve?