Costo maglie calcio
(foto PSG.fr)

Nel calcio contemporaneo, il momento che da inizio alla stagione di un club è quello della presentazione del kit gara. Evento che ormai la maggior parte delle squadre sfruttano per la promozione del proprio brand ed è ormai uno spazio fondamentale per il fan engagement.

La maglia da gioco è un elemento che deve coniugare la tradizione storica della squadra con un continuo spirito di innovazione e modernità, solitamente apportato dallo sponsor tecnico.

Gadget irrinunciabile per i tifosi, la divisa di gara ha vissuto una costante crescita del suo prezzo di mercato in tutta Europa plasmando anche una differente predisposizione all’acquisto nei vari paesi. Il fattore culturale rimane predominante: in Germania e Inghilterra risulta difficile incontrare un fan allo stadio senza la maglia della squadra del cuore al contrario di quello che accade in Italia. In questi paesi il momento dell’acquisto della divisa è spesso contemporaneo alla sottoscrizione dell’abbonamento ed ha quindi una cadenza annuale.

Se il tifoso medio italiano non ha la stessa attenzione per il merchandising del suo Club non si può certo dire che venga incentivato dai listini attualmente proposti dagli stessi.

L’aumento dei prezzi, insieme ad altri fattori, ha diversificato l’offerta in due prodotti distinti: la maglia da gara (Match) e la replica, presentata ad un prezzo più basso.

Costo maglie calcio, la divisa replica vs la divisa match

Tra collezionisti e appassionati le maglie sono unicamente quelle vestite dai calciatori, senza discussioni. Da quando il mercato del merchandising calcistico si è sviluppato e globalizzato l’offerta è cambiata e non solo dal punto di vista del costo.

Sono numerosi gli sponsor tecnici che sviluppano due versioni differenziate della divisa ufficiale. La maglia “Match” è la stessa indossata dai giocatori in campo e rappresenta il massimo dell’innovazione tecnologica a livello di tessuti e traspirazione. Da circa quindici anni le maglie di gara perseguono una vestibilità attillata (slim fit) ideale sui fisici sportivi dei calciatori, ma meno indicata per il tifoso medio.

Da questo presupposto nasce l’idea di una maglia “replica” (o Stadium) che, pur mantenendo le stesse caratteristiche visive della maglia originale, propone una vestibilità meno estremizzata (regular fit) con tessuti ancora pensati per lo sport ma senza gli accorgimenti tecnici ottimizzati nelle divise dei giocatori. Viene proposta ad un costo più abbordabile della match ed è più facilmente vendibile ai fan, a cui viene pubblicizzata come maglia da stadio.

La scelta di sviluppare le due versioni ricade sull’azienda fornitrice ed è interessante notare le diverse scelte dei brand. I colossi come Nike e Adidas propongono le due tipologie sugli store delle grandi squadre mentre per le squadre di media/bassa classifica viene commercializzata la sola replica. Da notare il fatto che una delle aziende più importanti a livello europeo come Macron distribuisca la sola versione originale (Match) e la posizioni allo stesso prezzo delle repliche dei marchi rivali.

Essendo in un contesto di prezzi considerevoli, il fatto di acquistare per una cifra intorno ai 100€ una maglia che non è la stessa utilizzata dai giocatori in campo può fare storcere il naso. Nella maggior parte dei casi la differenza tra le due versioni si attesta intorno ai 40 € portando il prezzo totale di una divisa completa di personalizzazione anche sopra i 150€.

Costo maglie calcio, i prezzi medi in Europa

Il confronto proposto nella tabella precedente prende in esame i  fornitori con almeno 6 squadre sponsorizzate nei 4 campionati in oggetto. I valori rappresentano la media semplice dei costi medi calcolati a livello nazionale.

Nike emerge come marchio più caro sia a livello di divisa replica sia per quanto riguarda la classifica delle cosiddette Match shirt.

A livello nazionale è in Inghilterra che il brand americano si discosta maggiormente dalla concorrenza. Una replica costa mediamente 78€ contro i 66€ di Adidas, i 70€ di Puma e i 56€ di Umbro. Per quanto riguarda le match shirt, Nike si posiziona ad una media di 122€, superiore ai 116 di Adidas, ai 100 di Kappa, agli 88 di Puma e 69 di Hummel.

Le maglie più economiche si confermano quelle fornite da Macron, Kappa e Joma. I primi che, come già detto, producono la sola versione originale dei giocatori, si mantengono su un prezzo medio posto tra i 75 € praticati in Spagna e Germania e gli 85€ attuati in Italia. Joma e Kappa in Italia propongono delle maglie replica dedicate ai tifosi a un costo relativamente molto basso: negli store di Napoli, Fiorentina e Torino si possono acquistare queste divise per una cifra tra i 35 e i 39 euro. Il marchio spagnolo si è dimostrato il meno costoso anche nel ranking delle maglie da gara con un prezzo medio di poco superiore ai 70€ nei 4 campionati.

Costo maglie calcio, i prezzi nei campionati

Di seguito vengono proposte le tabelle riguardanti i prezzi delle maglie da gioco dei quattro campionati principali presentate al momento della scrittura negli store ufficiali dei Club (DATI IN EURO). Per il costo di personalizzazione si intende l’inserimento di nome e numero di un giocatore della rosa ufficiale del club con l’aggiunta del patch del campionato.

Costo maglie calcio, la Liga

Le strategie di prezzo nel mondo dell’abbigliamento tecnico derivano dallo sponsor tecnico e dalla dimensione del Club. Prendiamo l’esempio di Nike che in Spagna adotta lo stesso listino per i suoi top team Barcellona e Atletico Madrid. Analizzando una squadra di media classifica come il Granada si vede come il prezzo diminuisca a parità di fornitore.

Nei 4 campionati europei principali emerge la differenza tra marchi internazionali e nazionali. Considerando ancora la Spagna, Nike e Adidas si spartiscono le squadre principali posizionandosi su un prezzo più alto rispetto alle rivali Macron e i padroni di casa di Joma. Importante rimarcare il fatto che l’azienda spagnola, che vanta 3 squadre sponsorizzate nella Liga, proponga sempre a 60€ la sua divisa. A parità di livello di Club, Adidas offre a 80€ le maglie di Osasuna e Valladolid.

Costo maglie calcio, la Premier League

In Inghilterra la situazione è più particolare. Le divise replica vengono proposte ad un valore generalmente più basso rispetto alle altre leghe, va considerato come fattore anche il cambio euro/sterlina. I campioni in carica del Liverpool vendono la loro maglietta Nike a 76€ contro i 90€ del Barcellona per fare un esempio. Anche Adidas si posiziona su numeri considerevolmente minori tra le due nazioni. Se mettiamo a confronto Manchester United e Real Madrid, un tifoso dei Red Devils può avere la sua shirt per 72€ contro i 90€ che occorrono ad un tifoso dei Blancos. Differenze che si confermano nei club minori come Leicester e Sheffield con prezzi a partire da 61€ mantenendo un gap di circa 20€ nel confronto con la Liga.

Interessante notare come il Crystal Palace venda le sue due versioni (replica e da gara) di kit Puma allo stesso prezzo.

Costo maglie calcio, la Bundesliga

In Germania, dove il settore merchandising è tra i più sviluppati in Europa, i listini sono leggermente più alti rispetto agli altri paesi, fatto spiegabile dal differente costo della vita tedesco e i relativi redditi medi. Trascurabile la differenza tra piccolo e grande Club: Adidas offre praticamente allo stesso costo le maglie dei campioni d’Europa del Bayern e quelle dell’Union Berlino. Sono proprio i prezzi delle squadre della media e bassa classifica a fare alzare il prezzo medio della Bundesliga. Un confronto diretto con la Premier vede l’Augsburg con la sua divisa Nike a 75€ contro i 58€ degli inglesi del Brighton a parità di fornitore.

Costi leggermente inferiori da parte dei brand nazionali. Jako propone la divisa del Bayer Leverkusen a partire da 78€, stesso valore utilizzato da UHL Sport per il Colonia.

Costo maglie calcio, la Serie A

In Italia la situazione è allineata per quanto riguarda i top team. La Juventus con Adidas si inserisce sulla stessa linea di Real Madrid e Bayern, così come l’Inter insieme a Nike è allo stesso valore di Barcellona e Lipsia.

Il Milan con Puma si mantiene al costo di entrata di 90€ osservabile anche per Inter e Juve e nel caso dei compagni di marchio del Manchester City. Leggermente più contenuto il prezzo di Puma nel caso del Borussia Dortmund (83€).

Il marchio più presente in Serie A, Macron, si discosta dai prezzi praticati negli altri paesi. Squadre come Udinese e Bologna offrono intorno agli 85€ la propria maglietta, costo superiore rispetto ai 75€ della Real Sociedad in Spagna e dell’Arminia Bielefeld in Germania.

1 COMMENTO