Juve, ricavi in calo a 570 mln: Exor vede il 2021 in rosso

Ricavi Juventus 2020 – Dovrebbero ammontare a 570,3 milioni di euro i ricavi della Juventus per l’esercizio 2019/2020. Esercizio che il club presieduto da Andrea Agnelli dovrebbe chiudere con una…

Italia Independent Cristiano Ronaldo

Ricavi Juventus 2020 – Dovrebbero ammontare a 570,3 milioni di euro i ricavi della Juventus per l’esercizio 2019/2020. Esercizio che il club presieduto da Andrea Agnelli dovrebbe chiudere con una perdita attorno ai 69 milioni di euro.

E’ quanto emerge sommando i dati relativi al fatturato del club per il semestre gennaio-giugno 2020, pubblicati nella semestrale di Exor, con quelli del primo semestre della Juventus (luglio-dicembre 2019).

Nella relazione semestrale della holding della famiglia Agnelli/Elkann viene infatti indicato che nel periodo gennaio-giugno 2020 i ricavi della Juventus (comprese le plusvalenze e gli altri ricavi da gestione calciatori) sono stati pari a 248 milioni di euro, in calo di 43 milioni rispetto allo stesso periodo del 2019.

Una flessione dovuta prevalentemente agli effetti negativi del lockdown legato alla pandemia di Covid-19.

I ricavi del periodo luglio-dicembre 2019 erano stati invece pari a 322,3 milioni (330,2 milioni nello stesso periodo del 2018).

Ricavi Juventus 2020 in calo di 50,9 milioni sul 2019

Complessivamente, dunque, il fatturato della Juventus nella stagione 2019/2020 dovrebbe attestarsi a 570,3 milioni, in calo di  50,9 milioni rispetto ai 621,2 milioni dell’esercizio 2018/2019.

Più nel dettaglio, i ricavi al netto del risultato della gestione calciatori (tra cui le plusvalenze) dovrebbero attestarsi nel 2019/2020 a 410,3 milioni, in calo di 53,7 milioni rispetto ai 464 milioni del 2018/2019.

2018/19 2019/20 Var. %
Ricavi netti 464 410,3 -53,7 -12%
Ricavi da gestione calciatori 157,2 160 2,8 2%
Totale ricavi 621,2 570,3 -50,9 -8%
Costi operativi 458,8 413,9 -44,9 -10%
Risultato netto -39,9 -69,3 -29,4 74%

Dati in milioni di euro – Elaborazione CF su dati Juventus e Exor

La flessione dei ricavi dovrebbe essere accompagnata, sempre sulla base delle indicazioni contenute nella semestrale di Exor, da una riduzione dei costi operativi (esclusi dunque ammortamenti, svalutazioni, accantonamenti e oneri finanziari) di circa 45 milioni di euro rispetto all’esercizio 2018/2019.

Nel semestre gennaio-giugno 2020 la Juventus ha infatti registrato minori costi per il personale tesserato per 72 milioni, che compensano la crescita di 30 milioni registrata da questa voce di costo nel semestre luglio-dicembre 2019.

La riduzione dei costi registrata nell’esercizio 2019/2020, tuttavia, non sembra essere stata sufficiente a contenere il rosso di bilancio.

Gli ammortamenti dei diritti alle prestazioni sportive dei calciatori, come si legge nella semestrale Exor, sono aumentati di 10 milioni solo nel periodo gennaio-giugno 2020, mentre nel periodo luglio-dicembre 2019 questa voce aveva fatto segnare un incremento di 11,3 milioni.

Ricavi Juventus 2020 – L’outlook di Exor per il 2021

«Con la crisi sanitaria globale in continua evoluzione», si legge nella semestrale di Exor in riferimento alla Juventus, «il calendario delle competizioni potrebbe subire dei cambiamenti e c’è ancora incertezza sulla possibilità di ammettere spettatori negli stadi durante le partite».

«Inoltre, gli effetti della pandemia potrebbero estendersi ai settori economici in cui operano i partner della Juventus, con possibili ripercussioni negative sui rapporti con tali partner».

«Anche a livello di domanda dei consumatori finali, l’impatto della pandemia sull’economia nazionale e globale potrebbe essere negativo per le imprese consumer della Juventus. Infine, per quanto riguarda il mercato dei diritti pluriennali calciatori, è probabile che si verifichino riduzioni sia del numero di transazioni che dei relativi valori di transazione sebbene, per la particolare natura del settore, la stima dell’effetto sia molto difficile».

«Di conseguenza», concludono gli amministratori Exor, «queste incertezze, unite alla consueta incertezza dei risultati sportivi, rendono estremamente difficile formulare una previsione sull’andamento economico e finanziario della Juventus. Allo stato attuale, l’esercizio dovrebbe chiudersi in perdita».