Indennità lavoratori sportivi giugno
Palloni su un campo da calcio (Foto Cesare Purini / Insidefoto)

Indennità lavoratori sportivi giugno – Il ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, ha firmato il decreto interministeriale attuativo dell’articolo 12 del decreto “Agosto” sulle modalità di erogazione dell’indennità da 600 euro per i lavoratori sportivi, relativa al mese di giugno.

«In merito a presunti ritardi relativi alla firma del testo – si legge nella nota sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze –, si precisa che il provvedimento è stato siglato oggi, non appena ricevuta la versione definitiva dagli uffici del Ministero dello Sport».

Nei giorni scorsi, Sport e Salute ha fatto sapere che il bonus verrà pagato in automatico a tutti coloro che hanno percepito le precedenti mensilità per un totale di 145mila persone. Sport e Salute si prepara dunque a firmare i bonifici senza ulteriori passaggi.

Per chi non ha mai fatto domanda ma intende presentarla per il mese di giugno, verrà messa a disposizione una piattaforma dove caricare la documentazione necessaria. Al più presto tutte le info su sportesalute.eu.

Indennità lavoratori sportivi giugno – Conclusi i pagamenti da marzo a maggio

Si è invece conclusa la procedura per i pagamenti di marzo, aprile e maggio. Al netto dei possibili ricorsi e di un numero minimo di pratiche aperte e in via di risoluzione legate soprattutto a problemi dei richiedenti circa l’accredito IBAN.

Per i Collaboratori Sportivi che hanno ricevuto la comunicazione di rigetto all’indirizzo email indicato nella piattaforma informatica, è attiva la mail rigetti@sportesalute.eu nel caso si intenda contestare la comunicazione di rigetto.

Per le persone che, pur se l’indennità è stata erogata, non l’hanno ricevuta per via delle problematiche dell’IBAN indicato in piattaforma, si comunica che nei prossimi giorni, acquisiti dagli interessati gli ulteriori riscontri, si procederà al pagamento relativo.

Sul filo di lana poche decine di Collaboratori hanno prodotto i documenti richiesti per l’ammissibilità della domanda. Le loro domande verranno esaminate dal Consiglio di Amministrazione e, all’esito dell’approvazione, verrà erogata l’indennità.