siviglia dividendi soci
Tifosi del Siviglia (foto Insidefoto.com)

Rappresentanza del club sì, tifosi no. Il Siviglia aveva infatti chiesto di poter aprire lo stadio ai tifosi per la finale di Europa League contro l’Inter, ma la richiesta è stata respinta dall’Uefa, come spiegato dallo stesso club.

“La UEFA prevede la consegna ad ogni club che disputerà la Finale la consegna, in esclusiva, di 25 inviti per la finale, oltre ai 75 accrediti che ciascuna delegazione dei club partecipanti ha dai quarti di finale per i giocatori, gli allenatori e lo staff organizzativo e i media ufficiali”, si legge in una nota.

“Il Sevilla FC ha deciso di utilizzare questi 25 inviti tra una rappresentanza di tutte i settori che compongono il club, dal Consiglio di Amministrazione, due tifosi scelti per sorteggio (con il loro numero di iscrizione che coincide con la data della finale – il socio 2020 e il socio 2108), una rappresentanza dei dipendenti che hanno lavorato di più nella preparazione del centro sportivo durante il lockdown e una rappresentanza della Federazione dei Peñas Sevillistas San Fernando. Anche il giornalista veterano Jose Antonio Sánchez Araujo è stato invitato come ambasciatore dei media del Siviglia FC nelle trasmissioni delle partite europee”.

“Questa nuova delegazione, che arriva giovedì pomeriggio con un volo per la Germania, non potrà comunque essere in contatto diretto con la squadra prima della partita a causa del protocollo attivato dal Covid, quindi rimarrà a Colonia e andrà direttamente allo stadio per occupare un’area da cui non potrà muoversi”.

“Il Sevilla FC ha chiesto alla UEFA, una volta qualificata per la finale, la possibilità di mettere in vendita un numero ridotto di biglietti per avere i tifosi del Siviglia in tribuna. Né la UEFA né le autorità tedesche hanno preso in considerazione di soddisfare questa richiesta dato che la situazione generata dal Covid 19 rimane incontrollata”, conclude il club.