Dove vedere Shamrock Rovers Milan Tv streaming
Zlatan Ibrahimovic esulta con Hakan Calhanoglu (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Il riassetto delle varie holding in Lussemburgo non ha cambiato la governance o il peso dei soci di Elliott nell’investimento del Milan: la maggioranza, sia a livello di quote che di decisioni, resta in mano al fondo di Paul Singer.

Tutto ruota intorno alla Project Redblack, la holding lussemburghese a cui fa capo la struttura creata da Elliott per il Milan fin dai tempi dei finanziamenti a Yonghong Li. Anche perché lo stesso Li, in Lussemburgo, aveva creato la Rossoneri Sport Investment Luxembourg, veicolo attraverso cui aveva acquistato le quote del 99,93% del club rossonero.

Partecipazione che è rimasta in carico alla Rossoneri anche dopo che quest’ultima è passata nelle mani di Elliott e della Project Redblack, dopo il mancato versamento da parte di Yonghong Li di una tranche dell’aumento di capitale e il conseguente addio dell’imprenditore cinese.

Una volta entrata in possesso della Rossoneri Lux, Project Redblack ha provveduto ad allineare il valore della partecipazione al patrimonio netto del Milan: in sostanza, quindi, la perdita di Rossoneri non è pari alla somma di denaro investita da Elliott, ma si tratta per la stragrande maggioranza di una perdita (contabile) attribuibile alla svalutazione dell’investimento effettuato da Yonghong Li.

Altro tema è invece la governance all’interno della stessa Project Redblack. Creata il 12 aprile 2017, la holding fa riferimento non solo a due veicoli di proprietà di Elliott (King George Investments LLC e Genio Investments LLC), ma anche alla Blue Skye, holding finanziaria con sede in Lussemburgo (ma che opera a Londra) e che fa capo ai finanzieri italiani Gianluca D’Avanzo e Salvatore Cerchione, attualmente all’interno del CdA del Milan.

Alla data della creazione della holding, era stata deliberata la creazione di tre classi di azioni, ovverosia Classe A (5.999 azioni del valore nominale di 1 euro), Classe B (512 azioni del valore nominale di 1 Euro) e Classe C (5.489 azioni del valore nomina di 1 Euro), oltre alla modifica del CdA diventato di 3 amministratori, di cui 2 nominati dagli azionisti di Classe A e uno nominato dagli azionisti di Classe B.

Tutte la azioni hanno lo stesso peso in quanto a diritti di voto: quelle di Classe A sono in mano alla King George e alla Genio, le altre sarebbero di proprietà della Blue Skye.

Tuttavia, secondo quanto appreso da Calcio e Finanza, Blue Skye avrebbe circa il 4,3% della Project Redblack (e quindi, in trasparenza, del Milan), con la governance in Lussemburgo che rispecchia le percentuali di interesse economico.

Milan, il peso della famiglia Singer tra gli investitori di Elliott