Milan avversaria Europa League -
(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Zlatan Ibrahimovic prosegue le vacanze, mentre i tifosi attendono la tanto agognata firma sul rinnovo di contratto che legherebbe l’attaccante svedese al club almeno per la prossima stagione.

La dirigenza rossonera – scrive la Gazzetta dello Sport – per il momento non sembra essere preoccupata dall’attesa e la firma di Ibra viene considerata la più probabile delle opzioni. I motivi per cui le parti non sono arrivate a una conclusione sono essenzialmente di natura economica e riguardano i bonus legati ad obiettivi personali e di squadra.

Da quanto filtra, la proposta del Milan si basa su una parte fissa da circa 5 milioni, a cui vanno appunto aggiunti alcuni bonus che, se raggiunti, permetterebbero a Zlatan persino di superare i 6 milioni da lui richiesti in prima battuta.

La trattativa tra il club e Mino Raiola – agente del giocatore – è legata proprio agli importi della parte variabile del compenso. Per quanto riguarda i bonus di squadra:

  • uno è legato alla qualificazione in Champions, del valore di circa mezzo milione;
  • l’altro è per la conquista dell’Europa League anch’esso pari a 500 mila euro.

I bonus personali saranno invece relativi a gol e presenze il cui importo è ancora da stabilire così come i numeri per accedere al premio.

La squadra si ritroverà a Milanello fra dieci giorni per iniziare la preparazione per il 2020/21. Primo impegno in calendario i preliminari di Europa League. La squadra guidata da Pioli scenderà in campo il 17 settembre, nel match valido per il secondo turno di qualificazione della competizione.