Bassetti positivi Covid Genoa
Esultanza dei giocatori del Genoa (Photo Image Sport / Insidefoto)

Nonostante l’apparente chiusura da parte di Enrico Preziosi – che ha definito «ridicola» l’offerta della cordata capitanata dalla Gestio Capital di Matteo Manfredi e di cui fa parte anche il proprietario del Leeds Andrea Radrizzani –, la trattativa per la cessione del Genoa prosegue sottotraccia.

Come riporta la Gazzetta dello Sport, i professionisti che stanno lavorando all’operazione si sono dati appuntamento più avanti per fare nuove valutazioni e capire se ci sia margine per riaprire le trattative. Il piano di Maifredi è quello di arrivare a una definizione all’inizio del prossimo anno.

Al momento non c’è fretta, ma il rapporto tra le parti è da rivedere dopo che Preziosi non ha nascosto la propria irritazione per aver fatto uscire la notizia dell’offerta per il club rossoblu, prima dell’effettiva proposta di acquisizione.

«Mi è stata preannunciata l’offerta e la notizia è stata subito resa pubblica, ancor prima che io potessi fare una valutazione. Ho invitato questi signori a rendere pubblica la loro offerta, così la gente può farsi un’idea. Ma ho l’impressione che non lo faranno. Sono al lavoro per la nuova stagione. E il Genoa in questo momento ha solo bisogno di serenità, non di inutile confusione», aveva detto il patron.

Intanto Preziosi guarda avanti e studia le mosse del Genoa di domani insieme al d.s. Faggiano. Si studia la questione allenatore: Italiano resta in piena pole position. Rimane in piedi anche la pista che porta a Maran, ma solo come piano B.