statistiche var serie a 2019 2020
Un controllo al Var dell'arbitro Davide Massa (Photo credit should read ANDREAS SOLARO/AFP via Getty Images)

Sì al Var nei playoff 2019/20, ma non ancora il via libera per la stagione regolare. È quanto emerso durante l’odierna assemblea delle società cadette, dopo che lo scorso novembera era arrivata l’approvazione della delibera che ufficializzava l’adozione della tecnologia a partire dalle gare dei playoff e playout e poi nella stagione regolare 2020/21.

“La situazione di crisi determinata dal Covid-19 e le conseguenti problematiche logistiche nella ripresa della stagione hanno determinato l’impossibilità di portare avanti, in questi mesi, il training arbitrale attraverso amichevoli e gare off-line. E’ stato dunque stabilito che la formazione della classe arbitrale proseguirà nella prossima stagione, rimanendo fermo l’utilizzo dello strumento tecnologico nelle gare di playoff e playout 2019/20”, si legge nella nota della Lega Serie B al termine dell’assemblea.

Tra le altre decisioni prese dall’assemblea, sono state scelte le date, con il via alle competizioni il 26 settembre e la conclusione venerdì 7 maggio in modo da permettere lo svolgimento della fase post season nel rispetto dell’inizio degli Europei. Gli altri criteri stabiliti dall’Assemblea sono di previsione di sosta nel periodo nazionali con un ovvio e conseguente incremento delle gare infrasettimanali, le cui date saranno comunicate in un secondo momento.

Sempre all’unanimità l’Assemblea ha stabilito di disputare le gare dei playoff e playout della stagione sportiva in corso, 2019/2020, tutte alle ore 21 seguendo le date già individuate nel CU 130 del 12 giugno 2020.

La Lega Serie B porterà al tavolo del Consiglio federale del 4 agosto la richiesta di chiusura della stagione attuale e il mantenimento di quanto già stabilito dal regolamento relativamente alle tre promozioni e alle tre retrocessioni dalla Primavera 1.