bilancio FIFA VAR Mondiali 2018
Gianni Infantino, presidente della FIFA (Insidefoto)

Il presidente della Fifa Gianni Infantino al centro di un procedimento penale da parte della giustizia svizzera. Lo ha annunciato l’Autorità di vigilanza sul Ministero Pubblico della Confederazione, con un comunicato: al centro gli incontri di Infantino con il procuratore generale Michael Lauber.

Lauber era finito nel mirino della giustizia nel 2019 per alcune irregolarità durante il processo contro la FIFA e per i suoi incontri privati con il presidente della federazione calcistica, Gianni Infantino. Il procuratore avrebbe impedito il regolare svolgersi del procedimento penale, agendo in maniera sleale ed avrebbe più volte affermato il falso, come concluso dall’Autorità di vigilanza sul Ministero Pubblico della Confederazione. Lauber ha impugnato tale decisione di fronte al Tribunale amministrativo federale, ma senza successo.

“Il procuratore federale straordinario chiede alle Commissioni parlamentari di competenza l’autorizzazione a condurre un procedimento penale contro il procuratore generale Michael Lauber. Al contempo apre un procedimento penale contro il presidente della FIFA Gianni Infantino e il primo procuratore dell’Alto Vallese Rinaldo Arnold”, si legge nel comunicato.

“Il 29 giugno 2020 l’Autorità di vigilanza sul Ministero pubblico della Confederazione (AV-MPC) ha nominato il Dr. iur Stefan Keller, presidente del Tribunale d’appello e amministrativo del Cantone di Obvaldo, quale procuratore federale straordinario. Inizialmente era stato incaricato di esaminare quattro denunce penali presentate contro il procuratore generale Michael Lauber, il presidente della FIFA Gianni Infantino e altre persone. In seguito sono state presentate altre denunce. Ora Stefan Keller ha concluso l’esame di due denunce e – in relazione agli incontri del procuratore federale Michael Lauber con il presidente della FIFA e il primo procuratore dell’Alto Vallese – è giunto alla conclusione che vi sono segni di un atto di rilevanza penale. Si tratta di abuso di autorità (art. 312 CP), violazione del segreto d’ufficio (art. 320 CP), favoreggiamento (art. 305 CP) e istigazione a tali atti. È fatta riserva di ulteriori reati e dell’apertura di ulteriori procedimenti”.

“Ai sensi dell’articolo 14 della legge sulla responsabilità, il perseguimento penale contro i membri di autorità o magistrati eletti dall’Assemblea federale per reati commessi nell’ambito delle loro attività ufficiali richiede il permesso delle commissioni competenti delle Camere federali. Questo passo è condizione necessaria per l’avvio di un procedimento penale contro il procuratore generale Michael Lauber”.

“Pertanto il procuratore federale straordinario presenta una richiesta alla Commissione d’immunità del Consiglio nazionale e alla Commissione degli affari giuridici del Consiglio degli Stati per l’autorizzazione a condurre un procedimento penale contro Michael Lauber. Al contempo Stefan Keller apre un procedimento penale contro il presidente della FIFA Gianni Infantino e il primo procuratore dell’Alto Vallese Rinaldo Arnold che non beneficiano di immunità”.

“Sia per il procuratore federale Michael Lauber che per il presidente della FIFA Gianni Infantino e il primo procuratore dell’Alto Vallese Rinaldo Arnold vale la presunzione di innocenza. Il procuratore federale straordinario è indipendente nella sua attività. In questa fase della procedura non è a disposizione dei media”.