Infantino salary cap
(Photo by Attila KISBENEDEK / AFP) (Photo by ATTILA KISBENEDEK/AFP via Getty Images)

Il rivoluzionario piano della FIFA per contrastare l’emergenza Coronavirus è stato approvato dal Bureau del massimo organismo calcistico mondiale. Secondo i termini del programma, 1,5 miliardi di dollari sono stati resi disponibili per supportare tutte le 211 associazioni membri della FIFA e le sei confederazioni e per alleviare l’impatto finanziario della pandemia.

Il piano è stato originariamente elaborato dall’amministrazione FIFA in stretta collaborazione con le confederazioni e successivamente approvato dal Consiglio FIFA il 25 giugno 2020. I regolamenti stabiliscono severi requisiti di conformità, nonché chiare condizioni di rimborso del prestito, sotto la supervisione di un comitato direttivo.

«Questo piano di soccorso è un ottimo esempio della solidarietà e dell’impegno del calcio in tempi senza precedenti. Vorrei ringraziare i miei colleghi dell’Ufficio di presidenza del Consiglio per aver approvato la decisione di andare avanti con un’iniziativa così importante a beneficio di tutte le associazioni e confederazioni membri», ha dichiarato il presidente della FIFA Gianni Infantino.

A seguito dell’approvazione odierna da parte del Bureau del Consiglio, la FIFA attuerà la terza fase del piano che completa l’importo totale di 1,5 miliardi di dollari messi a disposizione della comunità calcistica mondiale. La fase 3 comprenderà:

  • Sovvenzioni: una sovvenzione universale di solidarietà di 1 milione di dollari è stata messa a disposizione di tutte le federazioni affiliate alla FIFA e una sovvenzione aggiuntiva di 500.000 dollari è stata assegnata specificamente al calcio femminile. Inoltre, è stata messa a disposizione una sovvenzione di 2 milioni di dollari per ciascuna confederazione. L’intero importo sarà reso disponibile entro gennaio 2021;
  • Prestiti: tutte le associazioni affiliate alla FIFA potranno richiedere prestiti senza interessi fino a un massimo del 35% dei loro ricavi annuali certificati. Nell’interesse della solidarietà, saranno disponibili un diritto al prestito minimo di 500.000 dollari e un diritto al prestito massimo di 5 milioni di dollari. Inoltre, ogni confederazione avrà accesso a un prestito fino a 4 milioni di dollari.
  • Nell’ambito della terza fase, tutte le associazioni membri della FIFA saranno in grado di utilizzare i fondi per attività come il riavvio delle competizioni, l’attuazione di protocolli per il ritorno al gioco, la partecipazione delle squadre nazionali alle competizioni, l’assunzione e la ri-assunzione di personale, manutenzione delle infrastrutture calcistiche e costi generali di amministrazione e gestione.