Bundesliga diritti tv
(Photo by Christof Koepsel/Bongarts/Getty Images)

La Bundesliga è stato il primo tra i top campionati europei a riprendere dopo l’emergenza Coronavirus, e di conseguenza il primo a terminare. In Germania si guarda dunque già alla prossima stagione. In particolare, la rivista Kicker ha svelato la ripartizione tra club dei proventi da diritti televisivi per il 2020/21.

La prossima stagione la DFL distribuirà 1,2 miliardi di euro tra i club di Bundesliga e 2. Bundesliga, contro gli 1,383 miliardi originariamente previsti. Tutti i club – scrive Kicker – sono stati informati attraverso una lettera datata 16 luglio 2020.

Per quanto riguarda invece il marketing internazionale, la DFL deciderà più avanti come ripartire i 200 milioni di euro previsti (contro i 254 milioni programmati inizialmente). Una distribuzione che dipenderà anche dai risultati che conseguiranno i club rimasti in gioco nelle competizioni europee: Bayern Monaco, Lipsia, Bayer Leverkusen e Wolfsburg.

Bundesliga ripartizione diritti tv
(Fonte: Kicker.de)

In questo contesto, il Bayern incasserà 70,64 milioni di euro, subito seguito dal Borussia Dortmund con 69,37 milioni. Il podio è completato dal Bayer Leverkusen, con 67,47 milioni di euro. Il club che incassa meno è la neopromossa Arminia Bielefeld, a quota 29,80 milioni di euro.

Normalmente, spiega ancora Kicker, le risorse vengono assegnate alle società in quattro rate distinte durante la stagione, ma nel 2020/21 saranno distribuite in dodici tranche. Anche gli importi di ogni quota non saranno uguali tra loro: la prima rata complessiva sarà pari a 70 milioni di euro e sarà versata il 6 agosto.

Come piano di emergenza, la DFL ha stanziato inoltre un totale di 45 milioni nel caso in cui fosse necessario bloccare nuovamente la stagione a causa di un’altra ondata di contagi. Se la stagione proseguirà senza interruzioni, i 45 milioni in questione verranno pagati nel corso della stagione.