Inter Getafe quando si gioca
(Photo by NIKOLAY DOYCHINOV/AFP via Getty Images)

L’Inter ha comunicato che una nuova agenzia sarà chiamata a valutare il bond da 300 milioni di euro emesso tre anni fa con Goldman Sachs. Una decisione presa dopo la riduzione del rating da BB- a B+ da parte di Standard & Poor’s durante l’emergenza Coronavirus.

Verso la fine di aprile, l’agenzia aveva rivisto al ribasso il rating del bond del club nerazzurro, inserendolo inoltre in CreditWatch negativo (cioè potrebbe essere ulteriormente rivisto al ribasso nel caso in cui la pandemia possa causare danni operativi e finanziari permanenti al calcio italiano), per gli effetti della pandemia del Coronavirus.

Il 13 luglio Standard & Poor’s ha rivisto la sua valutazione sul bond emesso dai nerazzurri, confermando il rating B+, ma «rimuovendo il rating da Creditwatch con implicazioni negative».

L’Inter però non ci sta, e in una nota ha fatto sapere che «Inter Media and Communication SpA, amministratore unico e gestore del business di media, broadcasting e sponsorizzazioni di FC Internazionale Milano SpA, a seguito dell’errata applicazione da parte di S&P dei propri criteri di rating» sul bond da 300 milioni, «attualmente prevede che i Titoli saranno valutati da una diversa agenzia di rating già dalla prossima settimana».

L’abbassamento del rating è stato significativo per il club nerazzurro, poiché ha comportato il passaggio da un’area di non investimento speculativo, ad una altamente speculativa. Secondo quanto riportato da Tuttosport la nuova agenzia potrebbe essere Fitch o Moody’s.