Rangnick Milan
(Photo by Alex Grimm/Bongarts/Getty Images)

Ralf Rangnick è sempre più vicino al Milan. Scelto dall’a.d. Gazidis ormai da tempo come l’uomo che dovrà rilanciare il club milanese, l’attuale responsabile dello sport e dello sviluppo calcistico del gruppo Red Bull, è ormai a un passo dai rossoneri. Manca solamente l’ufficialità, ma la scelta è stata fatta e comunicata a Paolo Maldini.

Per Rangnick è pronto un contratto triennale. Ormai da mesi si parla del suo arrivo, scelto direttamente da Gordon Singer per guidare il nuovo corso Milan. Il ruolo del manager tedesco non si limiterà infatti solo alla panchina e la gestione tecnica, ma avrà pieni poteri anche per quanto riguarda il mercato.

Per la prima stagione Rangnick potrebbe decidere di ricoprire semplicemente il ruolo di direttore tecnico e di non sedersi sulla panchina rossonera, anche se è poco probabile. Le speranze di Pioli si affievoliscono e un nuovo ruolo va trovato anche all’attuale direttore dell’area tecnica Paolo Maldini, sempre che – scrive la Gazzetta dello Sport – l’ex capitano rossonero decida di restare.

Nel colloquio con Gazidis è emersa la disponibilità del club ad affidargli un compito alla Nedved. Se necessario anche con la vicepresidenza, ma con compiti più istituzionali che operativi. Maldini ha chiesto una pausa di riflessione, ma non è parso entusiasta di ridurre i suoi compiti a un ruolo istituzionale. Motivo per cui in via Aldo Rossi si mette nel conto anche un suo rifiuto.

Rangnick sarà affiancato da 8 collaboratori, due dei quali sono stati punti fermi della gestione Elliott: il tedesco Almstadt e il francese Moncada, attuale capo degli scout. Da valutare la posizione di Ricky Massara, attuale d.s. rossonero.

Intanto non si è dimesso dal suo incarico per la Redbull, anche se ormai siamo al countdown. Tuttavia, nella serata di ieri è arrivata una smentita attribuita a fonti del club: «Nessuna decisione tecnica è stata presa né verrà presa dal Milan prima della fine della stagione e si conferma una volta di più massimo supporto e fiducia della dirigenza a Pioli e alla squadra».

GUARDA MILAN-JUVENTUS IN STREAMING SU DAZN. CLICCA QUI PER ABBONARTI