Agnelli crescita diritti Tv
(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Patrimonio famiglia Agnelli – Cala il patrimonio, ma cresce l’utile e il dividendo è pari a 42 milioni di euro per i diversi rami degli Agnelli-Elkann. Lo riporta MF-Milano Finanza, spiegando che il 10 giugno è stato depositato al registro delle imprese olandesi il bilancio 2019 della Giovanni Agnelli Bv.

Si tratta della cassaforte della dinastia che detiene come unico asset il 52,99% di Exor Nv, il cui valore di carico è indicato in 1,39 miliardi di euro. Il patrimonio netto complessivo della holding è diminuito a 1,017 miliardi dagli 1,059 miliardi del 2018, a causa della riduzione delle riserve a 784,6 milioni dagli 835,6 dell’esercizio precedente.

Con una liquidità di 167 mila euro, la Giovanni Agnelli Bv ha debiti bancari che sono cresciuti da 322 a 364 milioni anno su anno e che la nota integrativa spiega trattarsi di linee di credito a breve termine, di cui 265 milioni in scadenza alla fine di quest’anno. Troppo presto invece per una stima dei danni provocati dall’emergenza Coronavirus.

Proprio durante l’emergenza, nel mese di marzo, il cda presieduto da John Elkann aveva deciso la distribuzione ai soci di un dividendo di 12 euro per ogni azione ordinaria e di 16,2 euro per ogni titolo di categoria B, per un monte cedole complessivo di 42 milioni, a fronte dell’utile del 2019 di 52 milioni, in crescita rispetto ai 42,8 milioni dell’esercizio precedente.

GUARDA MILAN-JUVENTUS IN STREAMING SU DAZN. CLICCA QUI PER ABBONARTI